SEI IN > VIVERE PESCARA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Unich, pubblicato il bando d’ammissione ai corsi abilitanti

2' di lettura
30

Sul sito istituzionale dell’Università “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara (www.unich.it) è disponibile il Bando di ammissione ai nuovi percorsi di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

I relativi corsi sono organizzati ed erogati dal Centro di Ateneo Multidisciplinare per l'Alta Formazione degli Insegnanti. La “d’Annunzio” è così uno dei primi Atenei italiani a dar seguito alla riforma strutturale prevista dalle norme introdotte nell’agosto 2023 e finalizzate a rendere organiche le modalità di accesso all’insegnamento secondario. I percorsi, articolati su 60 e 30 Crediti formativi (CFU) e caratterizzati da un consistente periodo di tirocinio professionalizzante direttamente presso le istituzioni scolastiche, vedranno l’impegno diretto di docenti universitari e docenti della scuola secondaria e saranno erogati in modalità blended, coniugando forme di didattica tradizionale con modalità di formazione a distanza, attraverso un approccio innovativo in cui le diverse attività si completano a vicenda.

L’Università “Gabriele d’Annunzio” mette a disposizione 306 posti, suddivisi in 12 classi di abilitazione che spaziano dall’insegnamento dell’Italiano e della Storia dell’arte, all’insegnamento delle Lingue straniere, delle Scienze storiche, delle Scienze motorie, fino alle Scienze matematiche e naturali. Le informazioni sulle modalità, sui criteri e sui tempi di accesso sono tutte reperibili sul sito istituzionale, all’indirizzo https://www.unich.it/didattica/post-lauream/percorsi-di-formazione-e-abilitazione-allinsegnamento, nonché attraverso dei webinar informativi appositamente progettati per fornire agli interessati maggiori chiarimenti.

“E’ una grande sfida per tutta l’Università d’Annunzio – sottolinea la professoressa Ilaria Filograsso, Direttrice del Centro per la Formazione degli Insegnanti - ed è anche una grande opportunità per il nostro territorio. Tutte le strutture d’Ateneo hanno collaborato ai massimi livelli - aggiunge la professoressa Filograsso - per definire e progettare percorsi in sintonia con gli altri Atenei regionali e in grado di rispondere alle esigenze formative e professionali di tanti aspiranti insegnanti che aspettavano questa riforma ormai da anni”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2024 alle 18:30 sul giornale del 05 giugno 2024 - 30 letture






qrcode