SEI IN > VIVERE PESCARA > CRONACA
articolo

Terrorismo, voleva assemblare un'arma con la stampante 3D: arrestato 23enne

1' di lettura
98

I carabinieri del Ros hanno arrestato un 23enne italiano, residente a Pescara, ritenuto responsabile di addestramento ad attività con finalità di terrorismo.

Dalle indagini è emerso che il giovane avrebbe acquisito sul web le istruzioni per la fabbricazione di un’arma da fuoco clandestina totalmente realizzabile con una stampante 3D e conosciuta con il nome di FGC9, abbreviazione di “Fuck Gun Control 9”. Durante la perquisizione sono state quindi rinvenute e sequestrate le varie componenti per la realizzazione dell’arma, ormai pronte per essere assemblata, assieme ad alcuni stampati pubblicitari riproducenti la pistola con a fianco il simbolo dell’anarchia (“A”) e la scritta “Allenati, Addestrati, Armati, Combatti!”.

Oltre ad essersi attivato per produrre delle munizioni, il giovane aveva intenzione di “diffondere attivamente queste armi all’interno del movimento anarchico, soprattutto nelle frange più estreme”, per creare “un fastidio non da poco per i governi”. Con tale scopo si era rivolto a siti di controinformazione anarchica per promuovere le sue progettualità eversive.

Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waViverePescara.


Questo è un articolo pubblicato il 23-03-2024 alle 11:15 sul giornale del 25 marzo 2024 - 98 letture






qrcode