SEI IN > VIVERE PESCARA > ATTUALITA'
comunicato stampa

L'Ufficio Scolastico Provinciale sta minando il diritto al sostegno degli alunni certificati 104, la denuncia di Asperger Abruzzo

3' di lettura
62

L'Ufficio Scolastico Provinciale di Chieti e Pescara sta minando di fatto il diritto al sostegno didattico degli alunni certificati 104 su entrambe le province di Chieti e Pescara.

Asperger Abruzzo è venuta a conoscenza di comunicazioni dell'Ufficio Scolastico Provinciale verso tutti i Dirigenti Scolastici in cui vengono messi illecitamente degli impedimenti burocratici all'attuazione del sostegno scolastico a firma del Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale che, per assegnare le ore di sostegno, pretende di ricevere una documentazione che non tutti gli alunni certificati hanno, soprattutto quelli appena certificati, ne richiede il Profilo di Funzionamento redatto dalla ASL.

La legge 104/92 tutela il diritto degli alunni che sono in possesso del verbale di accertamento INPS garantendo a questi ultimi il diritto al sostegno, diritto immediatamente esecutivo, e l'ufficio scolastico non può per legge rallentare l'erogazione di questo diritto con richieste che ne impediscono l'immediata esecuzione.

Un alunno che ne ha diritto e necessità, senza sostegno non è solo un problema del medesimo e della sua famiglia, è un problema che si ripercuote sugli insegnanti che devono gestire l'intera classe sotto organico, ed è un problema che si ripercuote anche su tutti gli alunni delle classi che includono i bambini a cui l'Ufficio Scolastico Provinciale sta tentando di non dare o rallentare l'erogazione di tale DIRITTO. Questa azione quindi mina il diritto di tutta la classe ad avere un percorso di studi sereno e funzionale, così come mina l'inclusione serena di tutti gli alunni con difficoltà.

In una successiva comunicazione il Dirigente Provinciale rafforza la prima ribadendo l'assoluta necessità del Profilo di Funzionamento al fine di ricevere il sostegno e preannuncia che sarà l'Ufficio Scolastico Provinciale a decidere quante ore di sostegno verranno attribuite agli alunni per il prossimo anno scolastico.

Anche in questo caso le richieste del Dirigente sono illecite, in base alla normativa nazionale la necessità delle cattedre di sostegno viene indicata nel P.E.I. elaborato dal G.L.O. che ha valutato e osservato l'alunno e le sue necessità, non può assolutamente essere l'Ufficio Provinciale a passare con un carro armato sulla normativa nazionale e sulle necessità di un alunno che di fatto questo ufficio né ha visto e né possiede le competenze per decidere alcunché su di esso, e mi chiedo quanto possa essere superbo un Dirigente che pretende di prendersi la briga e non la responsabilità di decidere tali delicatissime incombenze.

Rassicuriamo tutte le famiglie di entrambe le province di Chieti e Pescara sul fatto che queste prese di posizione verranno immediatamente risolte, ci auguriamo una immediata presa di posizione dell'Ufficio Regionale Abruzzo del quale nutriamo grande stima, la Presidente dell'associazione Asperger Abruzzo Marie Helene Benedetti ha infatti scritto nella giornata del 13.02.2024 una PEC al Direttore Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale per metterlo a conoscenza di queste gravissime azioni e prese di posizione nella speranza di una risoluzione immediata e siamo già pronti a ricorrere anche al TAR per combattere questi tentativi di distruggere l'inclusione e il benessere di tutti gli alunni garantendo loro un sereno percorso scolastico nel rispetto dei diritti di questo Paese.

Vogliamo inoltre rassicurare tutte le famiglie alle quali viene detto che i bambini possessori di certificazione 104 comma1 non riceveranno le ore di sostegno necessarie o le ore di educatrice scolastica, nessuna legge italiana impone metà delle ore di sostegno o il non diritto all'assistente educativa da parte dei Comuni e Asperger Abruzzo combatterà duramente chiunque continuerà a far valere questi illeciti nelle scuole a danno degli alunni.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2024 alle 12:50 sul giornale del 15 febbraio 2024 - 62 letture






qrcode