SEI IN > VIVERE PESCARA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Conclusi i lavori all’istituto spaventa e restituisce lo storico edifico agli studenti

3' di lettura
16

Si è concluso l’importante intervento di adeguamento sismico dell’Istituto superiore Spaventa di Città Sant’Angelo, realizzato dalla Provincia di Pescara in una delle scuole più antiche d’Italia. L’intervento costato 1.221.700,00 euro è stato necessario per mettere in sicurezza un’ala della scuola danneggiata dal terremoto del 2016 e per ripristinare alcuni servizi fuori uso.

Martedì mattina gli studenti delle classi prime del liceo scientifico sportivo, del liceo delle scienze umane e del liceo linguistico, diretti dalla dirigente scolastica Lorella Romano, hanno incontrato nel teatro comunale angolano il presidente della Provincia di Pescara Ottavio De Martinis, il consigliere provinciale Antonio Romano, il dirigente tecnico provinciale Marco Scorrano, il sindaco Matteo Perazzetti e l’assessore comunale Lucia Travaglini.

Il presidente De Martinis, insieme al dirigente Scorrano, ha salutato i nuovi studenti con un messaggio colmo di speranza per le generazioni future e illustrando i lavori nella scuola.

“Oggi sono doppiamente felice – ha dichiarato - , incontrare i ragazzi è sempre emozionante e, poi, perché si apre un anno speciale per l’Istituto omnicomprensivo Bertrando Spaventa, che dopo un lungo travaglio, è stato adeguato in tutte le sue componenti. Questo è un traguardo importante, fonte di gioia per i ragazzi e per l’intera Provincia di Pescara, che per via della riforma è stata sminuita nelle sue funzioni, mantenendo però un servizio fondamentale come quello della manutenzione degli edifici scolastici. La scuola è formazione ed è anche direzione su quello che potrebbe essere il futuro di ogni studente. Per voi tutti – ha continuato il presidente De Martinis, rivolgendosi ai giovani - saranno anni importanti per capire meglio le vostre attitudini e per fare delle scelte precise sulla vostra formazione con l’obiettivo di diventare uomini e donne che dovranno donare al mondo qualcosa di bello e anche di meglio. Sono certo che avrete il meglio da questa scuola, perché conosco la dirigente scolastica e i docenti e sono contento, come presidente della Provincia, di avervi potuto regalare il meglio con la restituzione di questo storico palazzo. Sarà ancora più importante tutto quello che vi verrà regalato dai vostri docenti e mi auguro che prendiate tanto dalla scuola e che restituiate anche tanto alla società come relazioni, informazioni, formazione e tutto ciò che di importante offre la scuola. Un grande in bocca al lupo a tutti i ragazzi e un augurio particolare alla dirigente scolastica Romano e ai docenti. Ringrazio l’amministrazione comunale di Città Sant’Angelo e il consigliere provinciale Antonio Romano, che è stato da pungolo, con la struttura tecnica, per arrivare a questo importante obiettivo”.

L’intervento è stato diretto dal dirigente provinciale Marco Scorrano: “I lavori sul miglioramento sismico dell’edificio sono iniziati a febbraio scorso e hanno avuto un iter complesso anche per i vincoli posti dalla Soprintendenza archeologia belle arti, sullo storico edificio con la quale è stato concordato tutto l’intervento. Inizialmente c’era un’impresa che all’atto dell’inizio dei lavori non ha accettato il cantiere e siamo stati costretti a fare una rescissione del contratto e a passare il cantiere ad un’altra. Questo imprevisto ha comportato una velocizzazione dei lavori per restituire la scuola nei tempi stabiliti. I lavori hanno riguardato la struttura portante, i solai che sono stati smontati per realizzare interventi di consolidamento, inoltre, sono stati alleggeriti i solai esistenti e ricostruiti nuovi solai per mantenere le accelerazioni sismiche. Su tutto il corpo di fabbrica è stato effettuato un rinforzo sulle fondazioni con la realizzazione di micropali”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-09-2023 alle 12:29 sul giornale del 14 settembre 2023 - 16 letture






qrcode