SEI IN > VIVERE PESCARA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Spoltore: parte il procedimento di rimborso per la frequentazione dei centri estivi

3' di lettura
14

Dopo la delibera di giunta del 27/6/2023, “Istituzione di un fondo per le attività socio-educative a favore dei minori/indirizzi”, il 28 giugno verrà pubblicato sull’albo pretorio del Comune l’avviso pubblico per la costituzione di un catalogo di soggetti per l’organizzazione e la gestione dei centri estivi, con funzione educativa e ricreativa.

La frequentazione di tali attività riceverà il rimborso da parte del Comune, secondo i requisiti stabiliti in delibera. Le finalità del contributo erogato dal Comune secondo le disposizioni dell’art.42 del decreto legge del 4/5/2023 sono di incentivare la fruizione dei servizi diversificati, al fine di andare incontro il più possibile ai bisogni delle famiglie nella conciliazione dei tempi lavoro/famiglia e nel contempo supportare il terzo settore che presta servizi culturali, ricreativi e sportivi.

I requisiti richiesti per chi intende iscriversi a tale catalogo sono indicati di seguito.

  • Avere già la disponibilità del luogo in cui svolgere le attività;
  • Essere muniti delle necessarie iscrizioni ad Albi/Registri previste dalle normative di settore;
  • Essere in possesso delle autorizzazioni previste dalle normative di settore;
  • Non trovarsi in alcuna delle condizioni definite dall’art.80, commi 1,2,3,4 e 5 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i.;
  • Essere in regola con quanto previsto dall’art. 25-bis del D.P.R. 313/2002 nonché degli art.. 5 e 8 della Legge 6.02.2006 n°38;
  • Aver gestito nell’ultimo anno, senza aver commesso infrazioni o avuto richiami per irregolarità gravi nella conduzione dell’attività, i servizi di Centro Estivo e Centro Educativo-Ricreativo

La quota totale spettante al Comune di Spoltore per i centri estivi è di €21.600,75, di cui €19.000,00 vengono messi a disposizione delle famiglie, secondo i requisiti dell’ISEE che non deve essere superiore a € 18.000,00. Il rimborso erogato sarà di € 70,00 a settimana per un massimo di cinque settimane, fino ad esaurimento della disponibilità economica. Una quota di €2.600,75 verrà destinata al potenziamento dei servizi socio-educativi territoriali, anche in ambiente domiciliare, su segnalazione dei servizi sociali, che si trovino in situazione di momentanea fragilità o di emergenza socio-culturale, per favorire il recupero e l’integrazione sociale nel periodo 1 giugno-31 dicembre 2023.

“Siamo particolarmente felici di poter supportare le famiglie nell’assistenza ai minori” commenta il sindaco Chiara Trulli, “In particolar modo nel periodo estivo. Il nostro auspicio, oltre che di permettere alle famiglie di conciliare esigenze lavorative e personali, è che nascano per i ragazzi delle opportunità di formazione e crescita culturale, grazie all’ampio ventaglio di esperienze disponibili all’interno dei centri estivi e con funzione educativa e ricreativa”.

“Anche questo anno abbiamo scelto di stare vicino alle famiglie, con la formula dei rimborsi per la frequentazione dei campi estivi” aggiunge l’assessore Nada Di Giandomenico. “Auspichiamo che i nostri giovani concittadini scelgano di svolgere attività sportive e ricreative durante l'estate perché lo sport, la cultura e lo stare insieme restituiscono benessere, opportunità di crescita e confronto, e di conseguenza il miglioramento degli stili di vita e l’apprendimento di socialità. Speriamo di fare cosa gradita e che nessuno si lasci sfuggire tali opportunità, specialmente le famiglie più bisognose”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-06-2023 alle 16:20 sul giornale del 29 giugno 2023 - 14 letture






qrcode