Intervista alla Prof.ssa Bruna Sinjari e al Dott. Giammaria D’Addazio soci della startup “OMG system” vincitore del premio “Startcup Abruzzo e Visionaria 2022”

4' di lettura 06/12/2022 - Intervista alla Prof.ssa Bruna Sinjari e al Dott. Giammaria D’Addazio soci della startup “OMG system” vincitore del premio “Startcup Abruzzo e Visionaria 2022”

in foto: il Dottor D’Addazio al centro, al fianco della Prof.ssa Sinjari

Chi sono la Prof.ssa Sinjari e il Dottor D’Addazio?

La prof.ssa Bruna Sinjari è odontoiatra specializzata in ortognatodonzia e Dottore di Ricerca in Scienze Mediche di Base e Applicate. Ricercatore senior presso il “Dipartimento di Tecnologie Innovative in Medicina e Odontoiatria" dell’università “Gabriele D’Annunzio” di Chieti-Pescara e titolare dell’insegnamento di Materiali Dentari nei corsi di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria e Ingegneria Biomedica presso la stessa università. Autore di più di 85 pubblicazioni scientifiche su riviste specialistiche ed H-index di 21.

Il Dott. Gianmaria D’Addanzio è odontoiatra, specializzato in Chirurgia orale e Dottore di Ricerca in Biotecnologie Mediche. Ricercatore junior presso il “Dipartimento di Tecnologie Innovative in Medicina e Odontoiatria" dell’università degli studi “Gabriele D’Annunzio” di Chieti-Pescara. Autore di 24 pubblicazioni scientifiche su riviste specialistiche ed H-index di 11.

Entrambi relatori in congressi nazionali ed internazionali e membri delle più prestigiose società scientifiche del settore.

Insieme sono fondatori della startup “OMG system”. Nel team anche il Prof. Sergio Caputi, Rettore e professore ordinario di protesi dentaria presso l’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti-Pescara; Giuseppe Di Giulio, titolare dell’azienda abruzzese DG sol s.r.l. specializzata in automazione industriale, progettazione e simulazione 3D; Luana Antonacci commercialista e revisore contabile.

La startup “OMG system” ha vinto il premio “Startcup Abruzzo” aggiudicandosi 5000 euro e “Visionaria 2022” aggiudicandosi 3000 euro messi in palio dalla Camera di Commercio di Chieti-Pescara con un’idea di impresa che si pone l’obiettivo di produrre e commercializzare su larga scala un dispositivo medico che semplifica le procedure operatore dipendenti dell’odontoiatra.

Da me intervistati, diamo ora inizio all’intervista.

Com’è nata l’idea per questa startup?

L’idea è nata ormai qualche anno fa, a seguito di una chiacchierata fatta tra noi dove cercavamo una soluzione ad alcune problematiche di tipo clinico. Precisiamo che entrambi ci occupiamo da anni di ricerca scientifica sia in vitro che in vivo. Dunque, l’esperienza maturata in campo clinico, insieme alle competenze scientifiche ci ha messo di fronte a questa sfida: cercare uno strumento in grado di aiutare il dentista durante le procedure manuali.

Il Dottor D’Addazio aggiunge: ““Devo per questo ringraziare la collega Sinjari e il Dipartimento che da subito mi hanno dato la possibilità di credere in questo progetto e svilupparlo in sinergia con loro.”

Di che cosa si occupa la startup “OMG system”?

Nello specifico abbiamo sviluppato, prototipato e depositato la domanda di brevetto per un dispositivo medico innovativo che possa guidare in real time le procedure odontoiatriche. Si tratta di una coppia di sensori che comunicano tra loro grazie ad un software proprietario e che forniscono al dentista una guida in real time. Tutto questo si traduce in enormi vantaggi per l’odontoiatria che ha a disposizione una guida di lavoro istantanea e per il paziente che potrà ridurre la durata delle sedute dal dentista con un maggiore comfort.

Quali sono le finalità della startup?

L’impresa nascente nel prossimo futuro ha l’obiettivo di ultimare lo sviluppo del dispositivo, provvedendo ad una ulteriore miniaturizzazione, industrializzazione del prodotto e ottenimento del certificato CE per dispositivi medici. Successivamente puntiamo a commercializzare il prodotto fornendo a tutti gli odontoiatri un dispositivo smart e versatile da utilizzare quotidianamente durante gli interventi odontoiatrici.

Che cos’è una startup?

Una startup nasce sempre da un’idea di business, da un’invenzione, dall’idea di voler realizzare un qualcosa. Dunque si tratta di un’impresa giovane, pronta ad entrare sul mercato con un prodotto o un servizio innovativo. Molto spesso queste idee trovano spazio nel mondo dell’Università, come nel nostro caso. Studenti, dottorandi, ricercatori e docenti studiano e testano materiali, dispositivi che portano allo sviluppo di prototipi o nuove procedure innovative portando alla realizzazione del cosiddetto “trasferimento tecnologico”. Ovvero come nel nostro caso una joint venture tra l'Università ed un’azienda specializzatache si incontrano per completare lo sviluppo del prodotto finale. La startup rappresenta dunque un primo ingresso della nuova impresa nel mercato. Per fare tutto questo sono necessari investimenti finanziari e di capitale umano. Ringraziamo chi ha creduto in noi e ha premiato la nostra idea dandoci un supporto finanziario che ci permetterà di continuare lo sviluppo di essa. Speriamo che questo possa essere uno spunto per tutti gli studenti della d’Annunzio, un invito a credere nelle proprie idee e dar vita ai propri sogni. Ovviamente, ringraziamo quest’ultima che ci ha dato questa possibilità e ci ha aperto le porte perché crede fortemente nell’innovazione e nel trasferimento tecnologico. Ci riteniamo fortunati di fare parte della “famiglia” d’Annunzio.






Questa è un'intervista pubblicata il 07-12-2022 alle 09:14 sul giornale del 07 dicembre 2022 - 118 letture

In questo articolo si parla di intervista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dG8v

Leggi gli altri articoli della rubrica sanità e salute





qrcode