Canile di Pescara, Di Lorito: "L'amministrazione comunale di Spoltore ha il diritto di esercitare il potere discrezionale sul caso"

2' di lettura 18/10/2022 - Le notizie di stampa uscite in questi giorni sulla realizzazione nel territorio Spoltore di un canile per la Città di Pescara in più occasioni fanno riferimento a me e alla mia amministrazione: mi vedo costretto a intervenire nonostante sia in malattia perché, purtroppo, sono in questi giorni positivo al Covid. Sento il dovere e la necessità di precisare alcune informazioni inesatte. 

Non ho mai fatto incontri con gli amministratori del Comune di Pescara sulla nuova localizzazione del canile prima di maggio 2022: precedentemente, in più di un'occasione, mi era stato chiesto in maniera informale, in altri contesti, un incontro. Ma per le diverse indisponibilità non si è mai concretizzato. Questo incontro mi è sempre stato descritto come utile a prospettare una idea progettuale del Comune di Pescara su un terreno di proprietà di Kihlgren a Cavaticchi.

In tutte le suddette circostanze informali, ho sempre ribadito al Sindaco Masci che al nostro incontro avrebbe dovuto far seguito, come è prassi in ogni comune, un approfondimento sia con la maggioranza politica sia con la parte tecnica dell'amministrazione comunale. E che successivamente avremmo dovuto sottoporre il progetto ai cittadini che abitano nelle vicinanze, anche in considerazione della natura del progetto.

A maggio 2022, quando effettivamente si è concretizzato il suddetto incontro, partecipanti io e il mio vice sindaco di allora Chiara Trulli, abbiamo subito fatto presente, senza entrare nel merito del progetto, che non sarebbe stato giusto esprimerci, a poche settimane dalla fine del mandato, su una questione che sarebbe stata responsabilità dell'amministrazione entrante. E così effettivamente ha fatto l'amministrazione di Pescara, presentando ufficialmente solo dopo il voto il progetto al Comune di Spoltore. L'attuale amministrazione comunale di Spoltore ha tutto il diritto di esercitare un legittimo e doveroso potere discrezionale su questo insolito caso, che vede un comune intento a realizzare un'opera pubblica su altro comune, per lo più per affrontare una problematica, quella del randagismo, quasi inesistente a Spoltore.

Mi auguro solo che questo non diventi il modus operandi nella Nuova Pescara quando, prima o poi, si farà.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2022 alle 09:46 sul giornale del 19 ottobre 2022 - 30 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dwEU





logoEV
qrcode