Il Comune di Pescara mette in vendita i 59 alloggi del "palazzaccio" di via Lazio a Montesilvano, al via l'avviso pubblico

4' di lettura 29/07/2022 - La vendita dei 59 alloggi di proprietà del Comune di Pescara presso il palazzaccio del degrado di via Lazio a Montesilvano costituisce un'operazione di rilevante importanza sotto il profilo finanziario e patrimoniale per l'amministrazione Masci, ma nel contempo rappresenta anche l'epilogo di una vicenda lunga e sofferta che solo dopo molti anni ha permesso di restituire dignità a molte famiglie, che vivevano in condizioni ambientali e igienico sanitarie precarie, e quindi decoro a un intero quartiere.

È quanto è stato sottolineato questa mattina nel corso di una conferenza stampa durante la quale sono stati illustrati i contenuti dell'avviso pubblico di vendita, da 1 milione e 465mila euro a base d'asta, finalizzato alla cessione degli appartamenti compresi tra il secondo e il sesto piano dello stabile. Il Comune di Pescara infatti detiene una quota dell'edificio pari al 48,6 per cento dell'intero, mentre il piano terra, il primo piano e il settimo sono in capo a diversi privati.

Aprendo l'incontro il sindaco Carlo Masci ha rimarcato come <i proventi della vendita, che ci auguriamo vada in porto bene, saranno investiti per il miglioramento degli spazi pubblici, per le strade e per incrementare gli interventi di edilizia residenziale. È un altro segnale, questo, che lancia anche la prossima demolizione del cosiddetto "Ferro di Cavallo" a Villa del Fuoco, dove stiamo già abbattendo i palazzi della vergogna di via Lago di Borgiano. Questo di via Lazio è un elemento caratterizzante del nostro mandato, di cui siamo orgogliosi>.

Il palazzo di Via Lazio di Montesilvano, che fu edificato per destinarlo a scopi di ospitalità turistica, è stato definitivamente sgomberato lo scorso 5 luglio durante un intervento di polizia municipale e non solo per allontanare gli abusivi e ripristinare condizioni di legalità. Sono arcinoti numerosi episodi di criminalità e di spaccio.

<Una ventina delle famiglie che occupavano quegli appartamenti - ha sottolineato questa mattina l'assessore all'Edilizia residenziale pubblica e alle Politiche abitative Isabella Del Trecco - dopo svariate attività di censimento a più riprese degli occupanti, sono state sistemate altrove perché in possesso dei requisiti necessari; le altre, perché abusive o perché decadute dal diritto all'assegnazione, a seguito di ordinanza sono state allontanate. Era evidentemente giunto il momento di porre fine a questa situazione di abbandono, avevamo gà iniziato a trasferire dei nuclei familiari ai tempi del sindaco Albore Mascia ma poi tutto si era fermato con l'amministrazione successiva. Noi abbiamo trovato tre anni fa una condizione ulteriormente peggiorata e abbiamo ricominciato a lavorare per sistemare appartamenti di nostra proprietà che potessero accogliere quanti dovevano essere spostati da Via Lazio. Ce l'abbiamo fatta grazie anche alla sinergia col Comune di Montesilvano. Ringrazio in particolare gli uffici delle Politiche della Casa, che oggi sono qui rappresentati dal funzionario del settore Edilizia residenziale pubblica Massimo Cardone. L'auspicio è ora quello di una risposta importante di partecipazione da parte di persone e società interessate, affinchè chi subentrerà, e so che già qualcuno si è informato, possa riqualificare la struttura che è stata oltretutto sottoposta a continua sorveglianza, in particolare dopo essere stato liberata>.

<Credo che oggi realizziamo un sogno dopo molto tempo in cui quel quartiere era presente solo sulle pagine di cronaca - ha sottolineato l'assessore al Patrimonio Maria Rita Carota - E' un risultato di grande importanza non solo dal punto di vista politico e amministrativo. Ci teniamo evidentemente molto a eliminare le situazioni di degrado, come abbiamo fatto in altri siti, ad esempio in via Valle Furci. Siamo giunti a questo avviso di vendita in tempi record e credo che ciò faccia molto onore
a questa amministrazione. In breve tempo siamo riusciti a riportare la legalità in quell'area, e addirittura in meno di tre settimane abbiamo eseguito lo sgombero e pubblicato l'avviso di vendita>.

Al momento il palazzo presenta accessi chiusi (e bullonati) ai singoli alloggi e alle parti comuni dei piani di proprietà del Comune.

La dirigente del settore Patrimonio, Federica Mansueti, ha precisato che <le proposte d'acquisto dovranno pervenire in Comune entro il 14 ottobre, l'apertura dei plichi avverrà dal giorno successivo. È chiaro, come è specificato nell'avviso, che sono necessari determinati requisiti per partecipare all'asta>.


da Comune di Pescara
www.comune.pescara.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2022 alle 08:55 sul giornale del 30 luglio 2022 - 146 letture

In questo articolo si parla di attualità, pescara, Comune di Pescara, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dinS





logoEV
qrcode