Del Trecco: "Il sindaco di Montesilvano De Martinis ha firmato l’ordinanza per lo sgombero definitivo della palazzina di via Lazio"

2' di lettura 09/06/2022 - “Il dado è tratto e il sindaco di Montesilvano De Martinis ha firmato l’ordinanza per lo sgombero definitivo della palazzina di via Lazio. Ne prendiamo atto, e mentre Montesilvano ora dovrà occuparsi della parte operativa, ovvero l’organizzazione dell’allontanamento degli abusivi, il Comune di Pescara, proprietario di una quota dell’edificio, farà la propria parte. Nell’immediato toglieremo tutte le utenze, dunque faremo rimuovere contatori, cavi, servizi, e mureremo gli appartamenti, al fine di rendere inabitabili gli alloggi e scongiurare ulteriori possibili occupazioni, ma come già anticipato al sindaco De Martinis, Pescara non provvederà al ripristino degli alloggi perché il nostro obiettivo è quello di vendere la nostra quota del fabbricato scrivendo la parola ‘fine’ all’esperienza”.

Lo ha annunciato l’assessore alla Politica della Casa Isabella Del Trecco intervenendo sulla vicenda di Montesilvano.

“Finalmente dopo anni di incontri, riunioni, vertici in Prefettura, vediamo scorgere il sole all’orizzonte – ha sottolineato l’assessore Del Trecco -. Da due anni abbiamo ripreso il lavoro per liberare gli alloggi di Montesilvano, situati in un fabbricato che solo in quota parte è di proprietà del Comune di Pescara. A gennaio 2022, dopo aver completato il nostro censimento, abbiamo iniziato gli sgomberi degli appartamenti: di 60 appartamenti, solo 27 erano occupati da assegnatari che facevano capo al Comune di Pescara. Tutti coloro che ne avevano diritto si sono visti riassegnare un appartamento popolare, in ultimo ci sono le decadenze con due sospensive, la prima si discuterà oggi, la seconda a fine giugno.

A questo punto è terminata la fase operativa di immediata competenza del Comune di Pescara e ora dobbiamo lasciare spazio a Montesilvano che, come deciso nel corso della riunione svoltasi in Prefettura alla presenza delle Forze dell’Ordine, dovrà occuparsi degli ultimi sgomberi, come previsto nell’ordinanza firmata ieri dal sindaco De Martinis e di cui abbiamo assunto oggi piena contezza. Nello specifico sicuramente la prima attività che la nostra amministrazione realizzerà sarà la rimozione di tutti i servizi e delle utenze, ovvero contatori elettrici, acqua e fornitura gas, in questo modo chiunque tentasse di rientrare negli alloggi, che andremo anche a murare, comunque non potrebbe mai viverci, non disponendo di acqua, illuminazione e fornitura gas. Altrettanto certo è che partiranno subito le procedure per la vendita dei nostri alloggi, che certamente non andremo a ripristinare perché non riteniamo recuperabili, da parte della nostra amministrazione, quelle abitazioni peraltro situate in un comune diverso”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2022 alle 11:50 sul giornale del 10 giugno 2022 - 126 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/daoJ





logoEV