Croce: "Scadono il 31 gennaio i termini per la richiesta alla Regione Abruzzo di contributi destinati alle Società e Associazioni sportive"

3' di lettura 26/01/2022 - “Scadranno lunedì prossimo, 31 gennaio, i termini per la richiesta alla Regione Abruzzo di contributi destinati alle Società e Associazioni sportive per finanziare l’attività ordinaria. Sul capitolo la Regione ha stanziato un fondo di circa 450mila euro, che consentirà di erogare sostegni da un minimo di 5-700 euro sino a un massimo di 3-4mila euro a ciascuna società richiedente, sulla base dei requisiti e delle relazioni con cui le stesse associazioni dovranno documentare e certificare la rilevanza, la portata delle iniziative realizzate e della platea a cui rivolgono le proprie attività.

Un aiuto concreto, dunque, il cui obiettivo è quello di supportare soprattutto le piccole associazioni in un periodo storico particolarmente complesso come quello determinato dal Covid che ormai va avanti dal marzo 2020”. Lo ha detto il Presidente della Commissione Statuto Claudio Croce dopo l’audizione del dirigente regionale al settore Politiche Turistiche e Sportive Carlo Tereo De Landerset.

“L’opportunità di finanziamento, come ha illustrato il dirigente De Landerset – ha detto il Presidente Croce –, nasce dalla legge numero 2 del gennaio 2018 che puntualmente, ogni anno, si rinnova e che mette a disposizione delle società e delle Associazioni sportive abruzzesi dei contributi per finanziare l’attività sportiva promozionale, agonistica e amatoriale per l’anno 2022, e in questo caso parliamo delle attività ordinarie, dunque non dei cosiddetti grandi eventi o manifestazioni spot. Finalità dei contributi erogati è proprio quella di migliorare e potenziare la qualità delle attività che si realizzano attraverso l’utilizzo delle strutture sportive regionali.

Per accedere al fondo basta cliccare sul sito https://www.regione.abruzzo.it/content/sostegno-eventi-e-attivit%C3%A0-sportive che reindirizzerà direttamente sul modulo di domanda, con il quale la società dichiara di non aver stipulato contratti nello sport professionistico, ma di svolgere esclusivamente l’attività dilettantistica senza fini di lucro, allegando una relazione illustrativa dei programmi e delle iniziative da attuare nel corso dell’anno; il Piano finanziario delle entrate e delle uscite, il certificato di affiliazione a una Federazione o a un Ente di Promozione sportiva, quindi notizie sulla struttura dirigenziale e tecnico-organizzativa della società, con lo Statuto, il numero dei soci, degli iscritti e degli atleti tesserati, oltre che l’indicazione degli impianti sportivi tradizionalmente utilizzati.

Le domande dovranno essere presentate rigorosamente entro lunedì prossimo, 31 gennaio, tramite una raccomandata andata e ritorno, oppure tramite PEC all’indirizzo dph002@pec.regione.abruzzo.it, indirizzate alla Giunta regionale d’Abruzzo, Servizio Politiche Turistiche e Sportive – Ufficio Programmazione Attività per il Benessere Sportivo, Eventi e Impiantistica sportiva. E tali richieste, presentate direttamente dalle società, esulano da quelle inviate invece direttamente dai Comuni per finanziare, in questo caso, singoli grandi eventi e che attingono a un altro capitolo regionale – ha aggiunto il Presidente Croce -.

Piuttosto si capirà bene quanto possano essere strategici e importanti tali contributi che possono rappresentare una boccata d’ossigeno vitale per decine e decine di piccole Associazioni o società sportive, che ancora oggi si trovano a dover fare i conti con una pandemia che sta continuando a bloccare, ritardare o parzializzare anche lo svolgimento di microeventi, con i relativi disagi e disservizi, che pure le società cercano ogni giorno di fronteggiare senza dover gravare sulle famiglie. Presentato l’avviso ora il nostro dovere sarà quello di assicurare all’opportunità di finanziamento massima visibilità e divulgazione affinchè il maggior numero di piccole compagini sportive possano attingere a quel fondo utile a garantire la sopravvivenza in attesa che passi l’ennesima bufera pandemica. Ovviamente al termine dell’anno, la società o Associazione sportiva dovrà presentare una relazione di fine progetto con la relativa rendicontazione delle somme effettivamente spese”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2022 alle 17:01 sul giornale del 27 gennaio 2022 - 105 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHD8





logoEV