Al Florian Espace va in scena lo spettacolo Cronache dalla SHOAH, FILASTROCCHE DELLA NERA LUCE per la Giornata della Memoria

4' di lettura 21/01/2022 - Stagione TEATRO d’AUTORE 2022: al Florian Espace Domenica 23 Gennaio per la Giornata della Memoria. Come è ormai consuetudine della programmazione del Florian, il pomeriggio si aprirà alle ore 16.45 con Racconti a Teatro una lettura spettacolo a cura del Florian Metateatro, con Anna Paola Vellaccio e Alessio Tessitore che proporranno brani legati alla Giornata della Memoria.

Seguirà alle ore 17.30 Cronache dalla SHOAH FILASTROCCHE DELLA NERA LUCE di Giuseppe Manfridi Con Manuele Morgese. Musiche eseguite dal vivo Andrea Di Pilla alla tromba, Alessio Scialò al pianoforte Regia Livio Galassi Collaboratore alla regia Manuele Morgese. Una coproduzione TeatroZeta (L’Aquila) -Teatro Nazionale Della Toscana con il sostegno del MIUR, Ministero dell’Istruzione –DG dello Studente.

Una esecuzione polifonica sul tema della Shoah, un “canto recitato” scritto dal noto autore romano Giuseppe Manfridi e che vede Manuele Morgese calflorian.jpgarsi nei panni di più personaggi testimoni e narratori dei terribili e drammatici episodi legati alla Shoah, durante il periodo della seconda guerra mondiale. La voce dell’attore, nelle “filastrocche di nera luce”, si fonde alla musica della tromba e del pianoforte, con la regia di Livio Galassi.

Lo spettacolo in forma di “breve lettura” ha debuttato, nella Giornata della Memoria 2019, ad Auschwitz; e che anche Rai5 lo ha scelto per la Giornata della Memoria 2022.

La drammaturgia dello spettacolo deriva dal libro di Giuseppe Manfridi “Filastrocche della nera luce cronache dalla Shoah”, che prende le mosse da una profonda contraddizione:

“La tragedia dell’Olocausto in forma di filastrocche. Ma come? Una materia così grave accomodata in una forma che si usa per le fiabe dei bambini? Esattamente. Di fronte agli abissi del male siamo tutti bambini e ci mettiamo in ascolto pieni di speranza e di paura. […] Condividere un argomento che è talmente dentro il senso della Storia da essersi fatto ormai elemento imprescindibile della condizione umana, e determinante per intendere l'aggrovigliata mescolanza del bene col male di cui si sostanzia la nostra specie: la Shoah.” - dalla nota introduttiva dell’autore Manfridi.

Ogni filastrocca è in realtà parte di una narrazione che si sviluppa nel tempo, con una sua durata e secondo una drammaturgia che corre sotto traccia di un percorso che, se ignorato, sminuisce di senso il tutto.

Doloroso e difficile è stato per l’autore del testo immergersi in questo oceano di amarezza. Ma la luce della poesia è stata il faro che ha illuminato l'approdo. Una luce nera è il dolente ossimoro che si riverbera nella struggente scrittura, la quale sfiora appena i fatti e si dilata nello smarrimento esistenziale che da quei fatti scaturisce.

Giuseppe Manfridi è nato a Roma, dove attualmente vive dopo molti anni trascorsi a Parigi. Considerato uno dei massimi drammaturghi italiani, è autore di commedie rappresentate in tutto il mondo. Fra i suoi titoli di maggior successo figurano Giacomo, il prepotente e Ti amo, Maria! (1989), rappresentati nei maggiori teatri italiani. Ha firmato le sceneggiature di film di successo come Ultrà (1991), Maniaci sentimentali (1994) e Vite strozzate (1996). Ha debuttato nella narrativa con il romanzo Cronache dal paesaggio (2006). Gran parte del suo teatro è pubblicato dalla casa editrice Ricordi, dalla Marsilio e da Gremese (di cui dirige la collana Teatro).

Manuele Morgese Direttore artistico e fondatore della Compagnia Teatro Zeta, da anni svolge la sua attività di attore, autore, regista, e di produttore di teatro in Abruzzo dove risiede e dove è impegnato nella diffusione della cultura teatrale e nella formazione di giovani attori. Nel 2008 è stato membro di giuria del premio nazionale per attori HYSTRIO e del premio Marte live nel 2014. Nel 2009 è stato insignito del premio Ennio Flaiano speciale per lo spettacolo “Il caso Dorian Gray”. Nel 2010 del premio Gassman come miglior attore giovane. Nel 2011 del Premio Napoli Cultural classic per le stesse motivazioni.

Livio Galassi regista di lunga esperienza, dopo una lunga attività di attore cinematografico e teatrale con tra gli altri Rossellini, Bellocchio, Ronconi, Polanski, Tarkowskij.

Biglietto intero 10 € ridotto 8€ Biglietto per Racconti a Teatro 2 €

E’ necessaria la prenotazione ai numeri 393.9350933 - 392.1011553

Necessari SuperGreenPass e mascherina FFP2, secondo le normative ministeriali anticovid.

FB @florian.teatro Instagram @florian_teatro YouTube Florian Teatro

INFO www.florianteatro.com

tel. 085/4224087 mobile 393/9350933 Mail organizzazione@florianteatro.it

addetto stampa Isabella Micati 3931617669

FLORIAN METATEATRO

Centro di Produzione Teatrale

via Valle Roveto 39 65124 Pescara








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2022 alle 11:29 sul giornale del 22 gennaio 2022 - 106 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cGyl





logoEV
logoEV