Padovano (Confcommercio Pescara e Sib Abruzzo): "Sono già iniziati i lavori al Porto di Pescara per la costruzione del nuovo molo nord"

2' di lettura 04/01/2022 - "Sono già iniziati come noto i lavori al Porto di Pescara per la costruzione del nuovo molo nord come previsto dal Masterplan Abruzzo nell'ambito dell'obiettivo che deve portare al miglioramento della navigazione interna e per quel che concerne il ripristino delle attività portuali al completo e del ritorno del collegamento fra Pescara e la Croazia speronando che il collegamento possa partire già dall'estate del 2022".

Così il presidente della Confcommercio Pescara e Sib Abruzzo Riccardo Padovano che sottolinea come "stiamo lavorando per un rilancio turistico marino attraverso questo collegamento su cui stanno lavorando anche il Comune di Pescara e l'Autorità di Sistema Portuale del Medio Adriatico affinché Pescara torni ad essere il fiore all'occhiello per l'Abruzzo dei collegamenti trans frontalieri in questo caso con l'altra sponda dell'Adriatico. Detto questo voglio però sottolineare un aspetto e cioè che l'Amministrazione Comunale lavori per far sì che l'area adiacente il mercato ittico e del Museo del Mare venga identificata come un'area culturale e delle tradizioni marinerie. Il posizionamento da subito dell'ospedale delle tartarughe. Parliamo del Centro Cetacei di Pescara che con quello di Cattolica rappresenta una eccellenza nazionale e che oggi è ospitato ai Colli. Il suo trasferimento a ridosso del mercato ittico rappresenterebbe credo - spiega Padovano - una logica conseguenza per permettere per esempio la visita di turisti e scolaresche

Non è pensabile invece però che debba esistere in quella zona che dovrà essere un polo della cultura la famosa vasca di colmata. La banchina, il mercato ittico, la passeggiata sui moli devono e dovranno credo rappresentare una attrattività e la questione è quello del cantiere navale come esistono a San Benedetto del Tronto e Ortona. Questo è un problema da affrontare e da risolvere. Pescara ha bisogno di un cantiere navale all'altezza della situazione e che possa garantire la manutenzione ordinaria e straordinaria alla flotta peschereccia perché un porto senza un cantiere è destinato credo ad avere problemi, per cui il mio appello è quello di lavorare per dotare il porto di un cantiere. Con i fondi del Pnrr bisognerà lavorare per l'area portuale perché Pescara, che è nata attorno al suo Porto possa tornare ad avere le agenzie dogananali, le agenzie marittime, la staziona marittima, e come detto un cantiere navale all'altezza della situazione. Su questo - conclude Riccardo Padovano - si dovrà lavorare affinché l'infrastruttura portuale nel momento storico possa tornare a dotarsi lo ripeto di un cantiere da costruire non però sull'area attuale".

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Pescara.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0316016 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @viverepescara o cliccare su t.me/viverepescara.


da Riccardo Padovano

Presidente Fipe-Confcommercio Pescara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-01-2022 alle 16:14 sul giornale del 05 gennaio 2022 - 118 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cDpW





logoEV