Blasioli (PD) sulla richiesta di un contributo economico al Ceis di Pescara: "Credo che 50 mila euro rappresentino un primo e giusto passo"

1' di lettura 24/11/2021 - Arriva in Consiglio regionale la richiesta di un contributo economico al Ceis (Centro di solidarietà Associazione Gruppo Solidarietà Onlus di Pescara) con un emendamento al progetto di legge 225/2021 che sarà discusso domani in aula. A proporlo il consigliere regionale Pd Antonio Blasioli.

"Mi associo alla richiesta avanzata dal senatore Luciano D'Alfonso alla Fondazione Pescarabruzzo- scrive in una nota- ma credo che anche la Regione Abruzzo debba fare la sua parte e, considerando i tempi strettissimi per l'impegno delle risorse, credo che 50 mila euro rappresentino un primo e giusto passo. Spero che tutti i componenti del Consiglio regionale aderiranno e approveranno la mia proposta, perché non si può rimanere indifferenti; le istituzioni, il mondo politico e la società civile devono assicurare una maggiore attenzione al mondo delle dipendenze e un sostegno concreto alle realtà delle comunità terapeutiche".

Nella nota Blasioli ricorda che l'associazione opera da sempre nel recupero dalle dipendenze in un'ottica di prevenzione, cura, riabilitazione e reinserimento sociale, ma anche nell'ambito del disagio minorile e adulto, sottolineando il ruolo dei volontari al suo interno. "Oggi più che mai- aggiunge- è necessario che le Istituzioni sostengano, con contributi economici dedicati, realtà territoriali come il Ceis Pescara che, con le attività che porta avanti da quarant'anni al servizio dei cittadini, mostra e dimostra quanto sia importante e grande l'attenzione per la solidarietà e la prossimità ai più bisognosi e la possibilità di fornire un sostegno psicologico, psicopedagogico o di consulenza per affrontare i nodi critici nei momenti di difficoltà che molte persone possono incontrare durante il percorso della loro vita".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2021 alle 16:28 sul giornale del 25 novembre 2021 - 103 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia dire, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cv5q