Padovano sulla scomparsa di Vittorio Pecoraro: "Portò la vera pizza napoletana in città"

2' di lettura 18/10/2021 - "Come presidente della Confcommercio di Pescara, a nome mio personale, della associazione da me presieduta e a nome della Giunta porgiamo le più sentite condoglianze alla famiglia Pecoraro che portò la vera pizza napoletana in città negli anni '70".

Così il presidente della Confcommercio di Pescara Riccardo Padovano che ricorda la figura dell'imprenditore della ristorazione scomparso nelle ultime ore. "Ricordo quando da ragazzo negli anni '70 frequentando lo stabilimento la Sirenetta conoscemmo per la prima volta la pizza napoletana, noi che fino a quel momento eravamo cresciuti con la pizza a forno elettrico della Dreher. Fu grazie a Vittorio Pecoraro che oggi abbiamo la pizza napoletana in tutti i locali della nostra città. Lo ricordo con la sua inconfondibile camicia bianca con tovagliolo dietro al collo per asciugarsi dal sudore infornare le pizze nel suo piccolo primo locale. Da quel giorno, don Vittorio, così lo chiamavamo per il suo carisma, arriva alla Sirenetta, poi Marechiaro e poi la valorizzazione di uno storico ristorante "Positano" che oggi continua ad essere gestito dal figlio Francesco.

Oggi in questo locale ci sono quei piatti locali con il risotto catalana da lui portato a Pescara con il Babà è la pastiera napoletana che lui si faceva portare da Napoli. Questo per dire - conclude Padovano - che è giusto ricordare, seppure in un momento triste, quelle persone e quegli imprenditori illuminati che hanno fatto tanto per la crescita della nostra città in questo caso nel campo culinario e della ristorazione. Per cui al figlio Francesco, che fa parte del gruppo direttivo dei ristoratori di Pescara, e a cui auguro di seguire le orme del papà Vittorio, dico che la Confcommercio oggi è vicina alla sua famiglia".


da Riccardo Padovano 

Presidente Confcommercio Pescara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2021 alle 10:32 sul giornale del 18 ottobre 2021 - 93 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/coYp





qrcode