Padovano: "Pronti a lavorare per Pescara Capitale della Cultura 2027. Dall'11 ottobre riaprono le discoteche"

3' di lettura 11/10/2021 -

Il presidente della Confcommercio di Pescara Riccardo Padovano dichiara la disponibilità dell'associazione da lui presieduta per collaborare con l'Associazione "Pescaratutela" che propone all'amministrazione comunale di concorrere per "Pescara capitale italiana della cultura 2027".

Inoltre, propone di definire nella città 4 poli o distretti turistico-culturali e commerciali. "In merito all'iniziativa di Pescaratutela" mi dichiaro disponibile sin da ora come rappresentante di Confcommercio a lavorare insieme all'iniziativa intrapresa per far sì che la nostra città rientri nel novero delle città che poi concorreranno per essere elette Città della Cultura 2027. Detto questo voglio sottolineare l'impegno dell'associazione Pescaratutela che invito a farsi portavoce di un'altra iniziativa che ritengo importante e cioè mettere attorno ad un tavolo tutte quelle figure storiche che possano tenere in piedi la memoria della nostra città. È bene che si preservi la memoria di Pescara e di quelli che con il loro lavoro e il loro sacrificio hanno fatto si che la nostra città potesse oggi diventare un centro vivo e vitale, e che ha dato i natali a personalità di statura internazionale quasi D'Annunzio e Flaiano per esempio.

E allora come Confcommercio di Pescara non possiamo non scendere in campo per far sì che si lavori all'unisono per far sì che si realizzino 4 poli identitari della città: Il Polo degli eventi nella Pineta D'Avalos (Aurum, Teatro D'Annunzio, Auditorium Flaiano e Auditorium Cerulli); Il Polo del Fiume e del mare; Il Polo della contemporaneità da identificare nell'area compresa tra il Museo Vittoria Colonna, il Museo Imago e il vecchio mercato coperto di Via Cesare Battisti, nuovo luogo degli incontri e Il Polo storico-culturale da identificare con il perimetro della vecchia Piazzaforte, un'area che va oltre il semplice centro storico. Quattro poli da valorizzare con diversi progetti per far sì che Pescara possa concorrere ed essere in lizza come Pescara capitale italiana della cultura 2027. Come Confcommercio- ha concluso Padovano - ci siamo e siamo pronti a fare la nostra parte in un tavolo di lavoro".

Sulla riapertura delle discoteche Riccardo Padovano e il rappresentante della Sils (Sindacato Italiano Lavoratori Spettacolo) Claudio Corna dichiarano: "Finalmente una bella notizia anche per i gestori dei locali da ballo. Da lunedì 11 ottobre infatti riapriranno le discoteche e i locali di intrattenimento, con una capienza del 50%."

"Questo Decreto permette in un momento particolare e il Silb (sindacato italiano locali da ballo) presieduto da Aldo Bertoni e la Confcommercio di Pescara presieduta dal sottoscritto esprimono la loro soddisfazione ma chiediamo - aggiunge Padovano - che i sindaci dell'area metropolitana e cioè Pescara, Montesilvano, Spoltore e San Giovanni Teatino attivino una Ordinanza con un orario comune per tutte le città affinché non si crei confusione. È inutile girarci attorno perché l'orario dovrà essere quello pre pandemia e che era stato condiviso dalle associazioni e anche dal Sindacato Lavoratori dello Spettacolo il cui portavoce è Claudio Corna che è al nostro fianco. Dopo quasi due anni di chiusure - aggiunge Padovano - è arrivato il momento di tornare a ballare nelle sale perché la musica è vita e aiuta a superare questo periodo di depressione per via della pandemia. Come ha detto il Presidente del Consiglio Draghi che la pandemia sta per finire.

A tal proposito lunedì pomeriggio avremo un incontro operativo con i gestori delle discoteche e i rappresentanti dei lavoratori per fare un ragionamento per come organizzare gli ingressi, censire chi entra e controllare all'interno il rispetto delle norme. Un lavoro fatto come balneatori dalla Sib e che potrà essere riproposto in questa occasione. È l'inizio di una ripartenza e ci auguriamo che con la campagna vaccinale completa la ripresa sarà quella che ci aspettiamo per far ripartire un settore in ginocchio dopo 18 mesi di stop".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2021 alle 16:53 sul giornale del 09 ottobre 2021 - 13 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa, barbara fioravanti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnAP





logoEV