Sospiri sulla riapertura delle piscine Le Naiadi: "Confermata la capacità decisionale della Regione Abruzzo"

3' di lettura 04/10/2021 - “Le piscine Le Naiadi hanno finalmente riaperto le proprie vasche al pubblico. La struttura tecnica dell’assessorato regionale allo Sport ha infatti individuato la soluzione per consentire la ripresa delle attività della struttura, affidata per un anno a un nuovo raggruppamento e ancora una volta si è confermata la capacità decisionale della Regione Abruzzo nel garantire la piena fruibilità di una struttura sportiva d’eccellenza nel centrosud Italia. Ora la Regione avrà il tempo necessario per effettuare le altre valutazioni inerenti anche la proposta di Project Financing pervenuta e comunque per decidere il futuro definitivo dell’impianto”. Lo ha detto il Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri commentando la chiusura odierna della vertenza Le Naiadi.

“Le tappe e gli atti assunti dalla Regione Abruzzo-Governo Marsilio in merito a Le Naiadi testimoniano l’impegno della nostra amministrazione nel garantire la vitalità della struttura – ha sottolineato il Presidente Sospiri -. Nel febbraio 2019 era stato indetto l’avviso pubblico per individuare un possibile gestore del complesso, tre le domande pervenute, a maggio 2019 l’apertura delle buste e l’affidamento al raggruppamento denominato Naiadi 2020 con capofila la Pinguino Nuoto SSD a.r.l., con un affidamento di un anno prorogabile sino al 31 luglio 2021.

Purtroppo è arrivato prima lo tsunami del Covid-19, poi uno scontro tutto interno alle varie componenti dell’Ati che ha deciso di recedere anticipatamente dal contratto riconsegnando le chiavi del complesso sportivo alla struttura tecnica regionale dell’assessorato allo sport. La Regione Abruzzo ha aperto subito un Tavolo di confronto per decidere come procedere al fine di garantire serenità di gestione a una struttura sportiva dal potenziale enorme, anche a fronte di un project financing inizialmente presentato e poi rimodulato e, all’interno di tale confronto, si è inserita la proposta del Comune di Pescara che ha manifestato il proprio interesse ad assumere la gestione de Le Naiadi attraverso una propria partecipata, ma comunque con un impegno economico-finanziario della Regione non indifferente.

A quel punto la struttura tecnica regionale ha avviato le proprie valutazioni, anche a fronte della richiesta in tal senso dell’assessore regionale Liris, al fine di individuare la soluzione economica che garantisse la riapertura veloce, tempestiva e il più immediata possibile delle piscine al pubblico, sia perché riteniamo un dovere pubblico l’erogazione di un servizio alla collettività, sia per evitare gli atti di vandalismo e le intrusioni che si sarebbero registrate da quando il centro sportivo è rimasto chiuso. In questi mesi abbiamo lavorato a una nuova soluzione che oggi ci ha permesso di riaprire Le Naiadi e la nuova l’Ati si è anche impegnata ad attivare la clausola sociale di salvaguardia del personale dipendente, in modo da tutelare tutti i posti di lavoro.

Ovviamente – ha aggiunto il Presidente Sospiri – esprimo la mia soddisfazione personale per l’operatività dimostrata dalla Regione Abruzzo e dalla struttura tecnica dell’assessorato allo sport e soprattutto è evidente che in questo lasso di tempo lungo 12 mesi la Regione Abruzzo potrà passare alla seconda fase, facendo le proprie opportune valutazioni per progettare il futuro assetto de Le Naiadi, individuando la soluzione più idonea per garantire stabilità al complesso sportivo e per assicurare il suo rilancio complessivo”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-10-2021 alle 10:43 sul giornale del 02 ottobre 2021 - 34 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cmgJ





logoEV
qrcode