Riunita la Commissione con le attività produttive per discutere delle aperture serali

5' di lettura 14/07/2021 - “La programmazione delle aperture serali dei negozi di Pescara necessita di correttivi urgenti in corso d’opera."

"Lo chiedono le Associazioni di categoria che lamentano l’assenza di un coordinamento tra commercianti e Comune, una ‘notte dei saldi’ partita male con un grave ritardo nelle comunicazioni e, soprattutto, l’assenza di eventi che fossero capaci di attrarre il pubblico, tale da indurre la maggior parte delle attività a restare chiuse.

La Commissione Commercio e Attività Produttive farà tesoro di tali osservazioni, che meritano attenzione, e abbiamo già convocato per venerdì prossimo una riunione con gli operatori per raccogliere proposte e suggerimenti per organizzare una nuova ‘Notte dello Shopping’ in occasione del Ferragosto, dove è vietato sbagliare”.

Lo ha detto il Presidente della Commissione Commercio e Attività Produttive Fabrizio Rapposelli ufficializzando l’esito della Commissione che ha visto la partecipazione di Vincenzina De Sanctis per la Confcommercio, Roberta Barone e Vittoria Boscolo per Pescara Next, Fabrizio Canta per Confartigianato e Gianni Taucci per Confesercenti.

“Sotto il profilo turistico-amministrativo – ha spiegato il presidente Rapposelli aprendo la Commissione – ritengo che lasciare aperti i negozi di sera sia fondamentale per l’economia di una città che ha una vocazione commerciale e turistica, proprio per venire incontro a chi lavora, e non ha tempo per fare shopping nelle ore diurne, o anche ai turisti che magari amano tirare tardi in spiaggia e che preferirebbero poter curiosare tra le vetrine dopo cena.

Eppure è evidente che la famosa ‘Notte dei Saldi’ dello scorso 3 luglio non ha incontrato il favore dei commercianti del nostro Centro commerciale naturale, molti dei quali hanno preferito restare chiusi di sera, con un nocumento, a nostro giudizio, sia per gli stessi operatori, in termini di mancati potenziali incassi che di vetrine spente, sia per i cittadini che si sono riversati in centro, approfittando anche della sosta gratuita sulle aree di risulta, e sono tornati a casa senza buste in mano.

Per tale ragione abbiamo ritenuto importante aprire un momento di confronto con le Associazioni di categoria per capire cos’è che non ha funzionato o è mancato sotto il profilo del rapporto tra Istituzione e operatori di categoria”. “Avevamo chiesto all’amministrazione comunale, ossia all’assessore delegato, l’istituzione di un Tavolo di lavoro per pianificare le attività da svolgere nella ripresa e ripartenza del settore post-pandemia – ha sottolineato De Sanctis, Confcommercio -.

A maggio ci siamo resi conto che non era stato organizzato alcun Tavolo e abbiamo formalizzato la nostra richiesta in una lettera ufficiale per chiedere di essere ascoltati per la programmazione estiva delle iniziative, sia quelle ormai tradizionali, come la notte dei saldi, sia per valutare altre proposte capaci di portare il pubblico in città, per attrezzare in modo adeguato gli spazi all’esterno dei negozi e, infine, per valutare se ci fossero le condizioni per organizzare micro-eventi.

Anche per la Notte dei Saldi, peraltro preceduta, la sera prima, dalla partita degli Europei della Nazionale Azzurra, avremmo potuto organizzarci con una maratona dello shopping cominciando già il venerdì sera, e invece abbiamo ricevuto tardi la comunicazione, all’ultimo minuto, troppo tardi per consentire ai commercianti di organizzarsi anche con i turni del personale.

Francamente incontrarci oggi per parlare della ‘programmazione estiva’ mi sembra che i tempi siano stretti, piuttosto Confcommercio chiede oggi di vederci per cominciare a organizzare il Natale”. Richiesta, quest’ultima, ribadita anche da Taucci della Confesercenti, che ha aggiunto come “a Pescara l’estate è vissuta soprattutto sul lungomare, è difficile indurre la gente a spostarsi nelle vie interne per lo shopping notturno, ecco perché ogni anno l’iniziativa non riscuote il successo atteso.

Oggi chiediamo una riunione per cominciare a gettare le basi del nuovo Regolamento del Centro Commerciale Naturale”. “L’Associazione Pescara Next – hanno detto Roberta Barone e Vittoria Boscolo – non condivide la scelta di consentire la sosta gratis in occasione dell’apertura serale dei negozi, un parcheggio che non ci aiuta a selezionare una clientela di qualità.

L’amministrazione deve invece aiutarci a valorizzare le attività commerciali offrendo eventi che rappresentino un incentivo per venire in centro a fare acquisti serali, e per questo riteniamo che comunque non sia troppo tardi per organizzare ancora i prossimi due mesi”.

“Personalmente ho partecipato alla Notte dei saldi lasciando aperto il negozio in corso Vittorio Emanuele – ha detto Canta di Confartigianato – che però era completamente buia, così come le aree di risulta, che non erano un posto sicuro per il parcheggio delle donne. Sicuramente tali iniziative vanno strutturate meglio anche dal punto di vista della sicurezza”.

“Dai commercianti – ha concluso il Presidente Rapposelli tirando le somme – sono arrivate proposte adeguate di correttivi, ferme restando delle differenziazioni naturali tra le varie Associazioni.

Ma una su tutta deve prevalere facendo sintesi, ossia l’estate non è conclusa, abbiamo dinanzi a noi ancora settimane di vacanza, spiaggia e shopping, e per questo venerdì riunirò di nuovo i commercianti ai quali ho chiesto di stilare un calendario di proposte da poter attuare nei prossimi giorni, pensando soprattutto al Ferragosto, per rendere più incisiva l’attrattività commerciale della nostra città”.


da Fabrizio Rapposelli
Presidente Commercio – Attività Produttive – Edilizia Scolastica – Pubblica Istruzione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2021 alle 22:13 sul giornale del 15 luglio 2021 - 98 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabrizio raposelli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/caqO





logoEV