Domani 30 giugno sciopero nazionale operatori nettezza urbana

2' di lettura 30/06/2021 - “Stop di ventiquattro ore anche a Pescara per la raccolta differenziata porta a porta a causa dello sciopero generale nazionale del comparto Igiene Ambientale previsto per domani, 30 giugno 2021, e proclamato dalle Associazioni sindacali Fp-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti.

Garantito il diritto all’astensione dal servizio degli operatori di Ambiente Spa, assicureremo comunque i servizi d’emergenza, tenendo conto delle priorità, come la tutela ambientale nelle aree in cui si svolgono mercati rionali all’aperto, o della riviera, o qualunque altra urgenza dovesse verificarsi nell’arco della giornata.

Ovviamente chiediamo la massima collaborazione della cittadinanza nel non lasciare mastelli all’esterno delle abitazioni e nel contenere quanto più possibile i conferimenti domestici per una sola giornata per permetterci di superare l’impasse”. Lo ha detto l’assessore all’Ambiente Isabella Del Trecco ufficializzando la comunicazione ricevuta da Ambiente Spa.

“Lo sciopero al quale hanno aderito anche gli operatori di Ambiente Spa è di carattere nazionale – ha specificato l’assessore Del Trecco – e purtroppo è prevedibile che nella giornata di domani, mercoledì 30 giugno, potranno verificarsi dei disservizi su tutte le operazioni svolte dalla Società Ambiente, visto che l’astensione dal lavoro scatterà dalla mezzanotte di oggi.

Ambiente ha già comunicato che verranno comunque garantite le prestazioni indispensabili previste dalla legge e specificate nell’Accordo Nazionale di regolamentazione dell’esercizio del diritto di sciopero per i lavoratori addetti ai servizi di igiene ambientale e servizi alla collettività, attraverso il precetto di circa 58 operatori.

È infatti evidente che per una città di mare come Pescara, che in questi giorni sta vedendo progressivamente moltiplicarsi il numero delle presenze sul territorio, anche straniere, con il ritorno dei turisti, una città in cui parallelamente sta ripartendo la macchina degli eventi, con il conseguente incremento del volume di pattume conferito ogni giorno, non è possibile fermare completamente il servizio lasciando i rifiuti in strada, specie nelle vie dedicate al passeggio cittadino che sono poi la nostra vetrina.

Ovviamente in virtù del diritto di sciopero comunque la società ha riorganizzato turni e fissato le priorità e ha deciso di fermare, per sole ventiquattro ore, il servizio di raccolta porta a porta che dunque non sarà garantito in quanto non rientrante tra le prestazioni indispensabili.

In altre parole, dalla mezzanotte odierna chi effettua la raccolta porta a porta non dovrà mettere fuori casa il relativo mastello settimanale nel caso di vetro, plastica, metallo, carta o indifferenziata, né quello per l’organico, per il quale il conferimento comunque viene svolto tre volte a settimana.

Il servizio riprenderà regolarmente già dalla notte tra il 30 giugno e giovedì primo luglio e siamo certi di poter contare sulla collaborazione dei cittadini nel garantire una città in perfetto ordine”.


da Isabella Del Trecco
Assessore all'Ambiente e Urbanistica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2021 alle 00:51 sul giornale del 30 giugno 2021 - 114 letture

In questo articolo si parla di attualità, pescara, comunicato stampa, Isabella Del Trecco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b9rQ