Sarà pubblicato il 2 luglio prossimo, sulla Gazzetta ufficiale dell'Ue, il bando di gara europeo aperto a quegli operatori economici interessati a presentare la loro proposta progettuale, e il relativo piano economico-finanziario, per le opere infrastrut

2' di lettura 28/06/2021 - Sarà pubblicato il 2 luglio prossimo, sulla Gazzetta ufficiale dell'Ue, il bando di gara europeo aperto a quegli operatori economici interessati a presentare la loro proposta progettuale, e il relativo piano economico-finanziario, per le opere infrastrutturali da realizzare ai fini del recupero delle aree di risulta dell'ex tracciato ferroviario.

Il testo, di circa 70 pagine, è stato trasmesso questa mattina dagli uffici preposti dell'amministrazione comunale di Pescara. Si tratta a tutti gli effetti dell'ultimo step della procedura che è andata a avanti in maniera spedita nel corso degli ultimi mesi.

"La pubblicazione del bando di gara sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea – ha dichiarato il sindaco Carlo Masci – concede un periodo preciso di tempo agli interessati che dovranno presentare i progetti definitivi entro e non oltre le ore 13 del 29 novembre.

È questo un grande giorno per tutti i pescaresi, perché finalmente, dopo 34 anni di promesse e dietro-front, abbiamo compiuto i passi ultimativi per portare fino in fondo un grande sogno che vitalizzerà il cuore cittadino, rendendolo più vivibile, attrattivo e capace di accogliere strutture all'avanguardia e moderni servizi per il trasporto e la mobilità green.

Era il 1987 quando dinanzi alle pensiline di quello che era il vecchio scalo ferroviario di Pescara si arrestò l'ultimo treno.

Oggi Pescara è destinata a diventare una moderna città europea, e di questo sono orgoglioso perché è questa con ogni evidenza l'opera strategica che più inciderà sul destino della nostra città e quindi delle future generazioni".

Il contratto di concessione per le aree di risulta presenta un quadro economico complessivo per oltre 160 milioni di euro (160.000.650,117 euro).

Ricordiamo in sintesi le principali opere previste sui circa 13 ettari siti nel cuore della città: un grande parco centrale da 66mila metri quadrati, il secondo più grande del capoluogo dopo la pineta dannunziana, con fontane ed elementi di pregio per l'arredo urbano; parcheggi a silos di qualità urbanistica ed edilizia e un parcheggio interrato, per una dotazione di circa 2500 posti auto per la sosta, oltre a un'area commerciale e residenziale; un nuovo terminal bus.


da Comune di Pescara
www.comune.pescara.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-06-2021 alle 22:09 sul giornale del 29 giugno 2021 - 94 letture

In questo articolo si parla di attualità, pescara, Comune di Pescara, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b9dH





logoEV