Pescara: Entrata in vigore nuove regole per conferimento rifiuti lungomare periodo estivo

5' di lettura 31/05/2021 - “Entreranno in vigore domani, martedì primo giugno, le nuove regole per disciplinare il conferimento e la raccolta dei rifiuti su tutta la riviera di Pescara sino a fine stagione balneare, ossia sino al 30 settembre."

Si parte con l’obbligo di allestimento di un’isola ecologica all’interno di ciascuna singola concessione demaniale dove ogni balneatore dovrà posizionare i propri rifiuti, raccolti in modo differenziato, area accessibile agli operatori di Ambiente che effettueranno la raccolta ogni giorno tra le 3 e le 9, una volta al giorno, con la possibilità di prevedere ulteriori passaggi a fronte di emergenze o esigenze specifiche da verificare.

L’amministrazione comunale rinnova la propria disponibilità alla collaborazione con l’intera categoria, certi che se ciascuno farà la propria parte offriremo ai turisti e ai bagnanti una riviera straordinaria, degna del marchio di Bandiera Blu 2021 che abbiamo conquistato grazie a due anni di impegno e lavoro”.

Lo ha annunciato l’assessore all’Ambiente Isabella Del Trecco ufficializzando le regole che entreranno in vigore da domani, martedì primo giugno, sul conferimento del pattume per gli stabilimenti balneari.

“La disciplina fa capo a un’ordinanza dirigenziale nata dopo settimane di incontri e colloqui per formare e informare gli stessi gestori degli stabilimenti balneari – ha sottolineato l’assessore Del Trecco -, dunque parliamo di regole condivise e necessarie per garantire il decoro del nostro lungomare che, specie nel periodo estivo, è il nostro biglietto da visita per chi arriva a Pescara, soprattutto nell’estate ormai alle porte che dovrà essere quella del rilancio, della ripresa economica dopo i 18 mesi di emergenza Covid-19.

La prima regola è che tutti i rifiuti dovranno essere differenziati e conferiti in giorni diversi secondo un calendario già distribuito a tutti i balneatori.

I rifiuti organici, come gli scarti di frutta e verdura, fondi di caffè, bustine del the e simili, andranno conferiti usando i contenitori marroni forniti da Ambiente Spa, bidoni carrellati che andranno posizionati all’interno dell’area di pertinenza di ciascuna concessione balneare, nelle cosiddette isole ecologiche che nel frattempo sono state attrezzate e allestite, con la collaborazione degli stessi operatori di Ambiente che hanno supportato i balneatori nell’individuazione dello spazio più idoneo.

Per il conferimento dei rifiuti andranno utilizzate le buste biodegradabili e compostabili consegnate gratuitamente da Ambiente Spa, in caso contrario i bidoni non verranno svuotati.

E ovviamente il produttore è tenuto a depositare e trasportare i rifiuti organici evitando la loro dispersione, condizione, quest’ultima, che causerebbe lo sviluppo di esalazioni maleodoranti”.

Carta e cartone andranno invece conferiti usando i bidoni di colore bianco, anch’essi distribuiti da Ambiente Spa, e sempre lasciati nelle isole ecologiche interne; i rifiuti di plastica e metallo andranno lasciati nei rifiuti di colore blu; il vetro nei bidoni di colore fucsia. “I rifiuti non recuperabili, compresi quelli derivanti dalle operazioni di pulizia delle spiagge – ha proseguito l’assessore Del Trecco – andranno conferiti nei bidoni di colore verde previo imbustamento in sacchi trasparenti a perdere.

Ovviamente gli operatori di Ambiente Spa dovranno poter accedere nelle isole ecologiche interne per poter provvedere allo svuotamento dei bidoni e al loro riposizionamento.

Poi i rifiuti ingombranti, come sedie, tavoli, sdraio, ombrelloni, o i RAEE, ossia i rifiuti di apparecchiature elettroniche andranno conferiti sistemati in modo ordinato in zona interna o adiacente al perimetro della concessione, non sui marciapiedi o nelle aree del passeggio, tra le 21 e le 24 del giorno precedente a quello della raccolta concordato preventivamente con Ambiente Spa.

Come per i rifiuti domiciliari, in questo caso la raccolta avverrà solo previa prenotazione chiamando i numeri 085.4308284 o 800.624622 o inviando una mail all’indirizzo servizioclienti@attiva-spa.it.

La prenotazione è obbligatoria per non incorrere nelle sanzioni per l’abbandono abusivo di ingombranti.

È fondamentale rispettare tali norme, a partire dall’allestimento di isole ecologiche interne, perché è vietato rigorosamente lasciare i bidoni sulle aree pubbliche esterne agli stabilimenti balneari, come i marciapiedi e su questo saremo irremovibili.

A tal fine, Ambiente Spa ha già provveduto a consegnare a ciascun stabilimento la necessaria dotazione di contenitori e bidoni, provvisti di codice identificativo univoco associato all’affidatario, che renderà facilmente identificabile chi viola le norme stabilite.

Ovviamente i balneatori sono anche tenuti a curare personalmente il lavaggio, la pulizia e il decoro dei bidoni. Veniamo poi agli orari del ritiro del pattume, dal primo giugno al 30 settembre, che avverrà tra le 3 e le 9 del mattino; gli stabilimenti che necessitano di un ulteriore svuotamento quotidiano delle attrezzature dovranno inviare apposita richiesta scritta al gestore del servizio che effettuerà le opportune verifiche.

Non solo: dal primo giugno al 30 settembre, Ambiente, tra le 3 e le 7.45 del mattino, provvederà anche alla rimozione dei rifiuti spiaggiati sull’arenile attraverso mezzi e attrezzature idonei allo scopo, e la rimozione delle eventuali alghe avverrà su una porzione di spiaggia larga almeno 3 metri dalla riva del mare.

Per qualunque informazione suppletiva, i balneatori potranno contattare il servizio di Ambiente anche al numero 340.7760191 attivo dalle 6 alle 13, a partire da domani, inclusi i giorni festivi. Rispettare le poche e semplici regole fissate – ha ancora detto l’assessore Del Trecco – significherà garantire a tutti un’estate con una riviera straordinaria e pulita a vantaggio della nostra stessa economia cittadina”.


da Comune di Pescara
www.comune.pescara.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2021 alle 22:51 sul giornale del 01 giugno 2021 - 97 letture

In questo articolo si parla di attualità, pescara, Comune di Pescara, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b5mU





logoEV