Approvata la delibera per il completamento delle opere Gmg

4' di lettura 26/02/2021 - “Dopo 24 anni la nostra amministrazione comunale sta portando a conclusione l’accordo di programma con la società Gmg, oggi ‘Gli Oleandri’, ottenendo la realizzazione dell’intera prevista piazza Nilde Iotti e non solo della metà, come previsto dal centrosinistra-governo Alessandrini.

"Le opere verranno ovviamente realizzate a carico completamente del privato, dunque senza alcun esborso di denaro dei cittadini, come stabilito nella delibera approvata oggi in aula con i 17 voti della maggioranza.

Sterile la polemica sollevata dalla sinistra in merito alla cessione al privato del parcheggio interrato: il Pd sa bene che quel parcheggio era strettamente pertinenziale alla galleria commerciale che è di proprietà privata, ovvero quei posti auto non potevano essere venduti ad altri, né si crea un danno al quartiere, visto che tutta la zona di via Di Sotto è già ben servita da stalli per la sosta gratuita, dai parcheggi dell’area antistante il Conad a quelli situati dinanzi l’ex sede del quartiere, sino ai posti auto distribuiti tutt’attorno agli edifici.

Spiace dunque che l’opposizione abbia perso l’ennesima occasione per mettere anche la propria firma su un intervento strategico e fondamentale per un’ampia fetta della città”.

È il commento del consigliere comunale di Forza Italia Alessio Di Pasquale all’approvazione odierna della delibera inerente la realizzazione di piazza Nilde Iotti, in via Di Sotto, nell’ambito dell’accordo di programma stipulato nel 1997 con la società Gmg.

“Parliamo del primo Accordo di programma stipulato dal Comune di Pescara agli albori della nuova normativa – ha ricordato il consigliere Di Pasquale -, dall’allora sindaco Pace, assessore Lucio Candeloro, che ha previsto la cessione al Comune di un’area di 46mila metri quadrati complessivi, destinati a verde pubblico, parcheggi, viabilità, oltre alla ristrutturazione e ampliamento della scuola elementare di Largo Madonna e la cessione di altri 40mila metri quadrati di aree esterne al perimetro di intervento.

In tale ambito era stata prevista, a ridosso di Salita Cellini, anche la realizzazione di una piazza, denominata Nilde Iotti, opera però bloccata per l’apertura, nel frattempo, di un contenzioso con l’impresa che, nella costruzione della galleria commerciale, ha occupato proprio una fetta del terreno destinato alla piazza.

Da lì si sono susseguite una sentenza del Tar e poi del Consiglio di Stato che hanno, entrambe, dato ragione al Comune riconoscendogli il diritto di occupare la superficie per la piazza. Arriviamo al 2018 – ha ricostruito il consigliere Di Pasquale - quando la precedente amministrazione ha avviato la procedura per il completamento parziale della piazza, finanziando l’opera in parte con l’escussione della polizza fideiussoria della Gmg per 129mila euro, e investendo altri 100mila euro di risorse comunali, ovvero soldi dei cittadini.

Un gesto di buona volontà, ma comunque monco, visto che si sarebbe realizzata solo metà piazza in barba a due sentenze della giustizia amministrativa.

Per questa esclusiva ragione la nostra amministrazione ha temporaneamente sospeso il cantiere e nel 2020 ha riaperto un confronto con la Gmg, nel frattempo sostituita dalla società ‘Gli Oleandri’ per giungere al completamento totale della piazza interamente a carico del privato e l’accordo è stato infine chiuso il 18 dicembre scorso.

Secondo quell’accordo il Comune acquisisce formalmente sia la proprietà della piazza che di un parcheggio seminterrato privato e pertinenziale, che però non è completato e i costi di definizione ammontano a circa 400mila euro, come da stima dell’Agenzia delle Entrate.

Per questa ragione l’amministrazione comunale ha ritenuto molto più conveniente per l’Ente pubblico alienare quel parcheggio alla stessa società Gli Oleandri, alienazione che frutterà all’amministrazione un incasso di circa 300mila euro, tenendo conto che gli stalli di sosta, come da progetto originario, sono comunque connessi alla galleria commerciale, dunque il Comune non potrebbe semplicemente cederli a privati, e a loro volta senza i parcheggi pertinenziali i locali comunali non avrebbero le caratteristiche per ottenere l’agibilità e la possibilità di uso.

Tutte le opere dovranno essere completate entro nove mesi dalla data di inizio dei lavori, dunque è presumibile che entro fine anno il quartiere colli avrà la sua nuova piazza artistica.

Di fatto – ha concluso il consigliere Di Pasquale – con una polemica strumentale e dopo due vani tentativi di far sospendere la discussione in aula della delibera, spiace che l’opposizione abbia scelto di non votare l'approvazione di un intervento che la città attende da oltre vent’anni e che comunque ha superato il giudizio dell’aula”.


da Alessio Di Pasquale
VicePresidente Commissione Mobilità 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2021 alle 15:12 sul giornale del 01 marzo 2021 - 127 letture

In questo articolo si parla di politica, pescara, alessio di pasquale, comunicato stampa, VicePresidente Commissione Mobilità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bP6t





logoEV