Ubriaco rischia di essere investito dal treno: interrotta la linea Adriatica

1' di lettura 11/11/2020 - 3 indagati, 2.394 persone controllate, 207 le pattuglie impegnate in stazione e 67 a bordo treno. 25 servizi automontati e 3 minori rintracciati: è questo il bilancio dell'attività, nell'ultima settimana, del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l'Umbria e l'Abruzzo. 

In particolare, ad Ancona, gli agenti hanno rintracciato all'interno della stazione ferroviaria 3 minori di nazionalità albanese, di età comprese tra i 16 ed i 17 anni, che si erano allontanati arbitrariamente da una comunità di Fano. Dopo gli accertamenti di rito, i giovani sono stati riaffidati agli operatori della struttura. Sempre ad Ancona, un 36enne italiano è stato denunciato, a bordo di un convoglio, per aver minacciato il capo treno che lo stava sanzionando in quanto senza biglietto.

A Pescara, gli agenti della Polfer hanno denunciato un 61enne italiano per interruzione di pubblico servizio e lo hanno sanzionato per ubriachezza molesta. L'uomo, in evidente stato di ubriachezza, è stato fermato mentre camminava sulla sede ferroviaria nei pressi della stazione di Francavilla a Mare (CH). I poliziotti, al fine di evitare che fosse investito dai convogli in transito, hanno richiesto l'interruzione della linea ferroviaria Adriatica. Pertanto il 61enne è stato, anche, sanzionato ai sensi del Regolamento di Polizia Ferroviaria.

Un 32enne brasiliano è stato denunciato a Terni, per aver tentato il furto di un portafogli ai danni di un viaggiatore intento ad acquistare il biglietto alla sportello automatico. Lo straniero è stato bloccato ed identificato dagli agenti della Polfer, a bordo di un treno regionale, sul quale era nel frattempo salito per darsi alla fuga.






Questo è un articolo pubblicato il 11-11-2020 alle 15:35 sul giornale del 12 novembre 2020 - 186 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bBBN





logoEV