SEI IN > VIVERE PESCARA > ATTUALITA'
articolo

Dallo ‘schiaffo’ di Virginia Raggi al Delfino d’Oro: Malagò premiato a Pescara

1' di lettura
500

A pochi giorni dalla dolorosa rinuncia alle Olimpiadi romane e dal clamoroso ‘schiaffo’ di Virginia Raggi, Giovanni Malagò si consola con l’assegnazione del ‘Delfino d’Oro’, il riconoscimento con cui ogni anno l’amministrazione di Pescara premia i personaggi che hanno contribuito a valorizzare la città.

Nel caso del presidente del Coni, il riferimento è ai Giochi del Mediterraneo sulla Spiaggia 2015. “Vogliamo ringraziarlo – si legge nella motivazione - perché Pescara anche grazie al suo contributo ha potuto essere di nuovo il centro del Mediterraneo, prima e dopo i Giochi, e per l’attenzione che sempre dedica alla nostra città quando si parla di sport e grandi eventi sportivi”.

Il premio, che sarà consegnato il prossimo 10 ottobre a Palazzo di Città, si affianca all’assegnazione dei tradizionali Ciattè d’Oro, attribuiti quest’anno a 6 personalità (due alla memoria), pescaresi e non, individuate come di consueto dalla Commissione dei Saggi, che si sono distinte per aver onorato e promosso il capoluogo adriatico con le proprie storie personali e professionali.

Tra i premiati, la professoressa Gabriella Albertini, voce della cultura cittadina e della scuola, l’ex Provveditore Sandro Santilli, il saggista Giacomo D’Angelo e lo scrittore e giornalista Renato Minore. Riconoscimenti postumi per l’architetto Paride Pozzi e per il professor Restituto Ciglia, scomparso qualche giorno fa.



Questo è un articolo pubblicato il 07-10-2016 alle 15:27 sul giornale del 08 ottobre 2016 - 500 letture