SEI IN > VIVERE PESCARA > ATTUALITA'
articolo

Vita breve per la ruota panoramica: rischio chiusura imminente

2' di lettura
567

Nuova bufera sulla ruota panoramica, l’enorme attrazione istallata dal Comune di Pescara nei pressi del porto turistico all’inizio dell’estate ma entrata in funzione solo qualche settimana fa, a stagione ormai conclusa.

Come se non bastasse l’infinita sequela di intoppi burocratici che ne avevano ritardato l’apertura, ora la ruota dopo pochi giorni di attività rischia di dover già chiudere i battenti, e anche in questo caso i motivi andrebbero ricercati tra le carte e i permessi.

A svelare i retroscena è Armando Foschi, esponente dell’Associazione ‘Pescara – Mi piace’. “La ruota di 52 metri è ancora nell’area dell’ex Cofa – attacca l’ex assessore della Giunta Albore Mascia -, in aperta violazione alle carte con le quali il Dirigente comunale Gaetano Silverii ne ha autorizzato il funzionamento, in data 27 agosto, prevedendo che la struttura andava però ‘integralmente rimossa precedentemente alla fine della stagione estiva 2016’, ovvero prima del 21 settembre. Abbiamo atteso ulteriori dieci giorni proprio per consentire le operazioni di smontaggio, ma a questo punto, dinanzi all’ennesima beffa della legge, in assenza di qualsivoglia atto autorizzativo, chiediamo al sindaco Alessandrini se intende o meno porre fine all’ennesimo schiaffo alla città”.

“Il 27 agosto scorso – prosegue Foschi - l’amministrazione Alessandrini ha formalmente autorizzato la messa in esercizio della giostra, senza fornire alcun chiarimento: ovvero non abbiamo mai saputo se le prescrizioni fossero state ottemperate o meno; non abbiamo mai saputo a quale tipo di sollecitazioni il terremoto del 24 agosto avesse sottoposto la ruota; e non abbiamo mai compreso che senso avesse far partire la ruota il 27 agosto se l’Agenzia delle Dogane ha ordinato il suo sgombero prima della fine dell’estate. Oggi iniziamo a capire: l’estate è terminata ormai da ben 11 giorni, ma la ruota panoramica è fissa al suo posto, ovvero non è stata smontata come espressamente previsto e prescritto nell’autorizzazione”.




Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2016 alle 11:19 sul giornale del 04 ottobre 2016 - 567 letture