Studenti ‘trascurati’ dalle istituzioni, riparte la mobilitazione: ‘Rispetto dei diritti, trasporti gratuiti e nuova legge regionale’

1' di lettura 13/09/2016 - In concomitanza con la riapertura delle scuole di Pescara, i ragazzi e le ragazze del Collettivo Studentesco hanno presentato la prima assemblea pubblica dell’anno. Grazie a diversi cartelloni, esposti nei pressi degli istituti superiori pescaresi, gli studenti hanno lanciato #MarginiAlCentro, con il primo incontro fissato a venerdì 16 settembre alle ore sedici nel parco Villa De Riseis.

“I temi dell’assemblea – fanno sapere gli organizzatori - saranno la campagna ‘Mi Muovo’, promossa per garantire un trasporto gratuito ed efficiente; ‘Stiamo Diritti’, per modificare lo statuto degli studenti e delle studentesse, garantendo maggiori diritti; il percorso verso il NO al Referendum Costituzionale; la revisione della legge regionale per il diritto allo studio, ferma al 1978 e, per finire, aggiornamenti per l'imminente apertura del primo centro di aggregazione giovanile di Pescara, lo sPaz”.

"Il nome dell'assemblea sarà Margini al Centro – sottolinea Saverio Gileno, coordinatore del Collettivo -, perché riteniamo che noi studenti, fulcro del futuro del Paese, siamo stati considerati troppo poco ed è per questo che chiediamo trasporti gratuiti e di qualità, maggiori diritti e una democrazia dal basso che coinvolga anche i più giovani".






Questo è un articolo pubblicato il 13-09-2016 alle 10:53 sul giornale del 14 settembre 2016 - 926 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, trasporti, politica, giovani, studenti, pescara, diritti, vivere pescara, articolo, collettivo studentesco pescara, saverio gileno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aA8u





logoEV