Rancitelli saluta i ‘cittadini in erba’: bambini e genitori soddisfatti, a settembre si riparte

1' di lettura 27/07/2016 - Si è chiuso martedì 26 luglio ‘Cittadini in erba’, il ciclo di incontri curati dal gruppo OCA Pescara presso il Parco della Speranza di via Lago di Capestrano. Il progetto, incentrato su una serie di attività di animazione per il rilancio sociale e culturale del quartiere Rancitelli, mirava a coinvolgere soprattutto i residenti più giovani.

“I quattro incontri organizzati nel mese di luglio – spiegano i promotori – hanno permesso di realizzare concretamente un processo inclusivo attraverso la riscoperta di spazi di relazione già presenti all’interno del quartiere”.

Inserito all’interno di un protocollo d’intesa tra l’Università 'G. D’Annunzio' e l’Istituto comprensivo 1 di Pescara, ‘Retake Rancitelli’ ha coinvolto decine di bambini e genitori, affiancando alle attività all’aperto anche momenti di ascolto sui bisogni della cittadinanza. E proprio i ‘cittadini in erba’ sono stati gli appassionati protagonisti di pomeriggi dove il ‘gioco’ ha rappresentato lo spunto di riflessione per conoscere e valorizzare il proprio quartiere, da anni considerato a forte rischio di marginalizzazione.

Concluso il primo ciclo, i promotori di Retake Rancitelli guardano già al prossimo autunno: “Vogliamo proseguire su questa strada – concludono -, e soprattutto puntiamo ad un crescente coinvolgimento delle scuole”.










logoEV