Notte Bianca o notte da incubo? Secondo rinvio, ora si punta al 6 agosto. Mannoia confermata (il 24), Placido no. In dubbio Turci e Carotone

2' di lettura 20/07/2016 - La prima data, quella del 16 luglio, è sfumata per via dell’impressionante ondata di maltempo che ha investito la costa pescarese, mentre il secondo appuntamento fissato a domenica 24 luglio è stato subito eliminato a causa di problemi organizzativi, che fanno il paio con le proteste di chi non vede di buon occhio una notte trascorsa all’aperto prima di una giornata di lavoro.

Il secondo rinvio in pochi giorni, per quanto comprensibile, però non ha fatto altro che gettare nel caos l’organizzazione della Notte Bianca dell’Adriatico. Oltre alla confusione dei cittadini, che stanno tempestando di post la pagina Facebook del Comune dedicata all’evento, il vero problema riguarda gli artisti, che in molti casi non sono in grado di ritagliare nuovi spazi rispetto ad un calendario estivo già fitto di appuntamenti.

A conti fatti la data più probabile sembra sabato 6 agosto, anche se restano tantissimi i punti interrogativi su un programma ancora tutto da definire.

Così, mentre l’assessore Cuzzi assicura che la nuova data verrà comunicata al più presto, sono in molti ad interrogarsi su quanto resterà del programma originale. Se da un lato infatti Michele Placido ha già fatto sapere di non essere più disponibile per altre date, resta appesa a un filo la partecipazione di Paola Turci (foto). Il concerto della cantante romana, previsto lo scorso sabato in piazza Le Laudi, era tra gli eventi più attesi dell’intera manifestazione, e ora la possibile cancellazione sarebbe un colpo durissimo per gli organizzatori.

Discorso simile per Tonino Carotone, con i fan italiani ormai quasi rassegnati a rinunciare all’esibizione in programma alla Nave di Cascella. Si salva invece il concerto di Fiorella Mannoia, che domenica 24 luglio in occasione del ‘Coast day’ si esibirà nell’area della Madonnina del porto. La conferma di questo appuntamento però paradossalmente priva la Notte Bianca dell’evento più atteso, lasciando l’ennesimo ‘buco’ nel calendario.

"Senza piangerci addosso - commenta l'assessore ai Grandi eventi Giacomo Cuzzi - siamo di nuovo al lavoro, con ancor più passione e orgoglio, per riprogrammare l’edizione 2016. Stiamo cercando una soluzione soddisfacente per tutti”.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it









logoEV