Fotovoltaico sempre più apprezzato... anche dai ladri. Quattro marocchini beccati con un ‘tesoro’ di 600 pannelli

1' di lettura 18/07/2016 - Il mercato delle energie rinnovabili è in costante ascesa, e forse proprio per questo a qualcuno è venuto in mente di 'puntare' su questo settore per intascare soldi facili. (foto d'archivio)

Protagonisti della vicenda sono quattro cittadini di origine marocchina tra i 25 e i 40 anni, residenti in provincia di Salerno, sorpresi un paio di giorni fa dai Carabinieri della Compagnia di Popoli con un ‘tesoro’ di 600 pannelli fotovoltaici, del valore complessivo di circa 250 mila euro.

Stando alle prime ricostruzioni, i quattro avevano messo su una banda specializzata in furti di pannelli in diverse località del centro Italia. Al termine di una lunga e complessa indagine, che ha visto coinvolti 20 militari del Comando provinciale di Pescara, i membri della banda sono stati arrestati e condotti nel carcere di San Donato. I pannelli, già restituiti ai proprietari, erano stati sottratti ad un'azienda di Nocciano.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 18-07-2016 alle 12:14 sul giornale del 19 luglio 2016 - 512 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, carabinieri, fotovoltaico, pescara, energie rinnovabili, pannelli fotovoltaici, vivere pescara, carabinieri pescara, marco verri, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/azkL





logoEV