Quote rosa? In Abruzzo non esistono: 29 consiglieri su 31 sono uomini. Sclocco: ‘Una legge per cambiare’

1' di lettura 12/07/2016 - Quote rosa in Abruzzo? Neanche a parlarne. Basta fare due conti per scoprire come nella nostra regione – maglia nera in Italia – lo spazio riservato alle donne tra i banchi del Consiglio regionale sia ridotto al minimo, con appena due rappresentanti su 31 eletti.

Una anomalia per molti versi inaccettabile, che ha portato l’assessore alle Politiche sociali Marinella Sclocco a convocare un tavolo a cui hanno preso parte, tra gli altri, anche il sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli e il presidente della Commissione Pari opportunità della Regione Abruzzo Gemma Andreini (foto).

“Basta alle discriminazioni – ha dichiarato l’assessore -, è ora di approvare una legge sulla parità di genere che consenta anche alle abruzzesi di ottenere pieno riconoscimento adeguandosi alle normative nazionali”.

L'idea, sostenuta da esponenti di tutti gli schieramenti, punta ad introdurre la doppia preferenza di genere anche nella legge elettorale regionale, allargando lo spazio concesso alle donne.

“In questa occasione ho presentato la proposta di legge – sottolinea la Sclocco -, una normativa che ripristinerà l'equilibrio in Consiglio. Nella circostanza però non ero certo sola, e con me c’erano Gemma Andreini, Federica Chiavaroli, Francesca Ciafardini, Francesca Cermignani, Rosaria Nelli, Monica Di Pillo, Roberta Mori presidente della Conferenza nazionale sulle Pari opportunità e Michela Girardi della Regione Marche. Siamo unite per la parità”.






Questo è un articolo pubblicato il 12-07-2016 alle 12:27 sul giornale del 13 luglio 2016 - 618 letture

In questo articolo si parla di pari opportunità, donne, politica, quote rosa, voto, Abruzzo, regione abruzzo, vivere pescara, federica chiavaroli, articolo, marinella sclocco, gemma andreini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ay8q





logoEV