Mercatino senegalesi, partiti i lavori nel tunnel della stazione. Opposizioni all’attacco: ‘200mila euro? Spesa inconcepibile’

1' di lettura 12/07/2016 - A due mesi dallo sgombero voluto dal sindaco Alessandrini, si apre un nuovo capitolo per la comunità senegalese di Pescara: come promesso dalla Giunta, sono infatti partiti i lavori nel ‘tunnel’ della stazione destinato ad ospitare il nuovo mercatino etnico.

Il Comune ha infatti dato il via alle operazioni di bonifica e adeguamento nell’area dell’ex parcheggio del sottopasso, concesso da Ferrovie dello Stato e destinato dal prossimo autunno ad accogliere le bancarelle. Il primo intervento ha portato alla demolizione del muretto costruito tempo fa per impedire l’accesso ai senzatetto che gravitano intorno alla stazione centrale. In base alle prime informazioni, il costo complessivo dell’operazione si aggirerebbe intorno ai 200mila euro, di cui solo una parte coperto dai finanziamenti regionali.

Di fronte a questi numeri le opposizioni non ci stanno e passano al contrattacco: da Forza Italia a ‘Pescara in testa’ la condanna è unanime: "Com’è possibile – si chiedono Lorenzo Sospiri e altri consiglieri del centrodestra - pensare di spendere 200mila euro per una realtà di questo tipo quando ci sono tanti cittadini senza lavoro e ridotti allo stremo?

“Molti ambulanti abusivi non hanno mai pagato le tasse e spesso vendono materiale contraffatto – rincara la dose Guerino Testa -, e ora ecco che la Giunta Alessandrini predispone un nuovo mercato in cui svolgere le loro attività, mentre tanti altri cittadini sono penalizzati. E' giusto accettare una cosa del genere?”


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 12-07-2016 alle 13:01 sul giornale del 13 luglio 2016 - 4993 letture

In questo articolo si parla di attualità, sociale, politica, pescara, senegal, guerino testa, Comune di Pescara, vivere pescara, lorenzo sospiri, marco alessandrini, marco verri, articolo, mercatino senegalesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ay8x





logoEV