Spari nella notte a Rancitelli, 27enne colpita alle gambe: in manette il compagno

inseguimento, polizia generico 1' di lettura 11/07/2016 - Notte di terrore a Rancitelli, quartiere ‘caldo’ alle porte di Pescara: in via Lago di Capestrano una ragazza di 27 anni è stata ferita alle gambe da alcuni colpi di pistola esplosi dal compagno.

La Polizia, giunta sul posto pochi minuti dopo la sparatoria, ha arrestato il responsabile, un 32enne con precedenti penali, mentre l’ambulanza del 118 portava via a sirene spiegate la donna ferita. Ricoverata d’urgenza all’ospedale pescarese e sottoposta ad intervento chirurgico, dopo qualche ora la 27enne è stata dichiarata fuori pericolo.

Stando alle prime ricostruzioni, i colpi sarebbero stati esplosi in strada al termine di un violento litigio, catturando l’attenzione di decine di abitanti del quartiere. E proprio qualcuno di loro avrebbe allertato il 113, favorendo il tempestivo intervento di una pattuglia della Volante. Rintracciato il giovane, che nel frattempo aveva gettato l’arma dietro un cespuglio, gli agenti hanno provveduto all’arresto. L’uomo dovrà ora rispondere di lesioni aggravate.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 11-07-2016 alle 12:24 sul giornale del 12 luglio 2016 - 573 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, pescara, vivere pescara, rancitelli, marco verri, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ay5H





logoEV