Sicurezza, risparmio e tecnologia: cos’è il Chip tuning? Specificità e utilizzo

2' di lettura 05/07/2016 - Come sanno bene i nostri lettori, in gran parte dei casi la tecnologia rende la vita non solo più facile, ma anche più economica e sicura. Il mondo dei motori non sfugge certo alla regola, e mentre dalla cronaca di tutti i giorni apprendiamo con sgomento di incidenti più o meno gravi, ecco che proprio le più avanzate soluzioni tecnologiche ci consentono di metterci al volante con serenità e fiducia.

Lo spunto è buono per parlare di Chip tuning, ovvero di un piccolo computer (ECU: electronic control unit) collegato tramite un cavo al motore e opportunamente modificato rispetto all’istallazione originale, in grado di ‘leggere’ automaticamente sia i segnali analogici che digitali, favorendo una migliore gestione di accensione, iniezione e regolazione dei gas di scarico. Tutti i dati finiscono in un chip di memoria, che una volta modificato rende l’idea di cosa sia il Chip tuning vero e proprio.

Anche per i meno esperti, la funzionalità di questo strumento è facile da spiegare: innanzitutto l’utilizzo del device consente di aumentare la potenza del motore, senza alterarne la composizione originale; in secondo luogo, facendo leva sulle componenti elettroniche, il Chip tuning permette di ottimizzare i consumi, riducendo significativamente la quantità di carburante utilizzato. E dove non arriva la ECU pre-istallata sulle auto, ecco che ci pensa il Chip tunning, favorendo un salto di qualità nelle performance e valorizzando al massimo le potenzialità del mezzo.

Come effettuare la modifica? Come sempre, anche in questo caso la soluzione è affidarsi nelle mani di esperti. Nel caso del Chip tuning, Vivere Pescara raccomanda Racechip, team di gestione e sviluppo attivo nel settore dei tuning sin dal 1994.

Ad oggi, l’azienda conta decine di dipendenti, e nel 2012 con il RaceChip® Ultimate è giunta alla maturazione di una nuova generazione di dispositivi, sempre più sofisticati e affidabili. “Il cuore è un processore da 48 MHz – spiegano i responsabili -, connettori automotive FCI di alto livello ispirati ai motori sportivi, che trasmettono la potenza in tempo reale alle ruote. La qualità è la nostra massima priorità: in ogni momento della guida, quello che conta è la sicurezza del conducente e del veicolo, e per questo i nostri moduli di chip tuning RaceChip® sono prodotti esclusivamente in Germania, sfruttando le tecnologie più avanzate e manodopera altamente specializzata”.

Da anni ormai RaceChip® ha raggiunto un mercato mondiale distribuendo migliaia di moduli di chip tuning, un successo testimoniato anche dai 10 milioni di appassionati del settore che con regolarità si informano sul sito http://www.racechip.it/, disponibile in diverse lingue.






Questo è un articolo pubblicato il 05-07-2016 alle 15:54 sul giornale del 06 luglio 2016 - 561 letture

In questo articolo si parla di tempo libero, attualità, sicurezza, sport, redazione, tecnologia, pescara, motori, auto, shopping, risparmio, germania, tuning, vivere pescara, articolo, Automotive, chip tuning

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ayRN





logoEV