Cittadini in erba a Rancitelli: via al progetto che punta tutto sui giovani

1' di lettura 05/07/2016 - Parte oggi (martedì 5 luglio, n.d.r.) alle ore 18, presso il Parco della Speranza di via Lago di Capestrano, il primo appuntamento del progetto ‘Cittadini in erba’, incentrato su una serie di attività di animazione per il rilancio sociale e culturale del quartiere Rancitelli-Villa del Fuoco. Focus dell’iniziativa è il coinvolgimento diretto dei giovani residenti.

“Cittadini in erba – si legge nella nota di presentazione - si propone di realizzare un processo inclusivo finalizzato alla riscoperta e alla progettazione di spazi di relazione all’interno del quartiere”.

Il progetto si inserisce all’interno di un protocollo d’intesa tra l’Università 'G. D’Annunzio' e l’Istituto comprensivo 1 di Pescara, ed è a cura del gruppo di ricerca OCA Pescara, composto da Piero Rovigatti (docente presso il Dipartimento di Architettura), Daniela Bisceglia, architetto, Elisa Maia, dottoranda, e Giuseppe Beatrice, laureando in architettura.

Un passaggio essenziale per comprendere la vastità dell'intervento è Retake Rancitelli, che si articola in incontri di ascolto della cittadinanza e nella raccolta di segnalazioni, eventi o azioni di particolare interesse per il territorio, al fine di ‘animare la periferia’ attraverso un cartellone molto ampio di avvenimenti.

All'interno delle attività si colloca appunto ‘Cittadini in erba’, e il 5 luglio sarà presentato e attivato un laboratorio di idee sul quartiere, in cui far interagire i ragazzi e le ragazze che lo vivono. All’incontro seguiranno altri appuntamenti, fissati ogni martedì per l’intero mese di luglio (ore 18-20), presso i vari parchi del quartiere.

A fondo pagina è disponibile la locandina dell’evento. Per maggiori informazioni: Retake Rancitelli.












logoEV