Balneatori lanciano l’allarme: spiagge vuote, Pescara mai così in crisi. Colpa dell’inquinamento? Alessandrini intanto fa il bagno...

2' di lettura 04/07/2016 - Saranno i dati altalenanti sulla qualità delle acque, sarà il ricordo di quanto accaduto la scorsa estate, oppure è per via delle presunte dermatiti di cui soffrirebbero diversi bagnanti... fatto sta che mai come quest’anno la stagione balneare pare in crisi nera.

A lanciare l’allarme è Cna Balneatori, secondo cui le presenze registrate in questo primo scorcio di stagione sotto gli ombrelloni pescaresi sarebbero ai minimi storici. Le cause? Il balletto mediatico ha confuso l’utenza, spingendo a una raffica di disdette o mancate prenotazioni. “E ora – avverte Cristiano Tomei, leader di Cna Balneatori – è indispensabile agire immediatamente. E’ un dato di fatto che lo stato di salute del mare nella città più importante d'Abruzzo, non può non riverberarsi sul resto della costa".

E proprio mentre gli operatori del settore esprimono grande inquietudine sul futuro, ecco che sulla scena irrompe di nuovo il Primo Cittadino pescarese, da mesi al centro di una violenta polemica sulla questione. Al termine di uno dei weekend più ‘infuocati’ sulla costa, Marco Alessandrini si è fatto fotografare mentre faceva il bagno nei pressi dello stabilimento Nettuno (foto). Solo una provocazione per rispondere alle critiche piovute negli ultimi mesi?

“In tanti mi chiedono se faccio il bagno a Pescara – scrive il sindaco sul suo profilo Facebook -, perché non dovrei? Tutti gli anni della mia vita l’ho fatto e continuerò a farlo. Ancora un po’ di relax in spiaggia prima di cominciare una nuova settimana di lavoro per la città. Abbiamo tante cose da far partire insieme, e domani inizieremo dalla riqualificazione delle periferie. Vi terremo informati sul mare e su tutto il resto”.

Il post ovviamente ha scatenato una valanga di commenti, e se da un lato c’è chi riconosce come “non è possibile dare tutte le colpe all’attuale sindaco per una cattiva gestione che dura da almeno 20 anni”, dall’altro non mancano i detrattori, secondo cui la trasparenza non sarebbe tra i punti forti di questa Amministrazione. “Mare pulito?”, scrive infine un signore di Pescara. “Caro sindaco, lo vada a spiegare a mio figlio che a 2 anni ha 39 di febbre e problemi gastrici da due giorni...”






Questo è un articolo pubblicato il 04-07-2016 alle 18:30 sul giornale del 05 luglio 2016 - 1635 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, politica, estate, inquinamento, mare, balneazione, pescara, balneatori, vivere pescara, marco alessandrini, articolo, cna balneatori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ayPD





logoEV