Inquinamento, D’Alfonso e Alessandrini calano gli assi: ‘Nuovo depuratore da 12mln e sfondamento della diga foranea: Pescara avrà mare e fiume puliti’

2' di lettura 29/06/2016 - Un nuovo depuratore da 12 milioni di euro e lo sfondamento della diga foranea entro la fine del 2016: sono queste le mosse del Governatore Luciano D’Alfonso per combattere l’inquinamento delle acque.

Atteso da anni dall’intera cittadinanza e invocato dai balneatori, il nuovo Piano Regolatore Portuale, presentato stamattina a Pescara dai vertici dell’Amministrazione comunale e dal presidente della Regione Abruzzo, troverà un passaggio fondamentale proprio nel ‘taglio’ della diga, responsabile dell’inquinamento e dell’insabbiamento del porto. L’opera, realizzata negli anni ’90, di fatto ha impedito al fiume Pescara di defluire al largo, causando danni enormi sia in relazione all’inquinamento che all’abbassamento dei fondali del fiume stesso.

“Lo sfondamento – ha spiegato il sindaco - non solo porterà benefici per la salute del mare, ma nulla toglierà alla sicurezza del porto. Siamo pronti ad agire, aspettiamo solo che la burocrazia ce lo consenta: l’azione in corso coinciderà di fatto con l’avvio della costruzione del nuovo porto”.

“Con il rilascio del Piano Regolatore Portuale – prosegue Marco Alessandrini - potremo finalmente realizzare un’infrastruttura capace di restituire alla città economia, avanguardia e sicurezza. Gli studi che ci hanno richiesto hanno già preso la via di Roma per il tramite della Capitaneria di Porto, e i lavori risultano perfettamente sostenibili per tempi e azione e renderanno di certo migliore la prossima stagione balneare”.

Ma non è tutto, visto che l’esigenza di salubrità di mare e fiume sarà sostenuta anche da un nuovo impianto di depurazione, in grado di cancellare le attuali criticità. "Pescara avrà un nuovo depuratore per migliorare la qualità delle acque – conferma Luciano D'Alfonso -, la Regione erogherà i fondi, circa 12 milioni di euro, mentre la scelta del sito spetta al Comune”.

“Esprimiamo il nostro pieno sostegno al Governatore D’Alfonso – plaudono i balneatori in una nota rilasciata da Confcommercio -, finalmente si prende di petto la situazione nella consapevolezza che non sono più consentiti rinvii e perdite di tempo”.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it









logoEV