Via due famiglie abusive a Zanni, nella casa Ater arriva donna in attesa da 10 anni: commozione e lacrime a Palazzo di Città

2' di lettura 24/06/2016 - Via gli abusivi, dentro persone in attesa da anni dell’assegnazione di un alloggio popolare. Nella giornata di ieri, giovedì 23 giugno, la Polizia Municipale in un’azione congiunta con Questura e Carabinieri, ha effettuato due sgomberi su immobili di proprietà dell’Ater in piazza 4 novembre, a Zanni.

In sostanza, le forze dell’ordine hanno mandato via due famiglie abusive, di cui una straniera, e subito dopo l’Ater ha comunicato al Settore Politiche della Casa del Comune la disponibilità degli immobili per la riassegnazione. Poche ore dopo, nei due alloggi sono arrivati i legittimi richiedenti.

“Gli appartamenti sequestrati – spiega l’assessore Adelchi Sulpizio - erano occupati da indigenti e persone alla ricerca di un tetto, e sono stati assegnati agli aventi diritto, alcuni dei quali, una in particolare, aspettavano da tantissimi anni che la graduatoria producesse i suoi effetti”.

Come ammette lo stesso assessore, è stata per tutti – forze dell’ordine comprese – “un’emozione forte” assistere alla scena dell’ingresso dei nuovi assegnatari (foto). “Nel dare la notizia della disponibilità degli alloggi alle famiglie in attesa – racconta Sulpizio - abbiamo toccato con mano il sollievo e la commozione provata di fronte a un desiderio che si avvera. Giunta a Palazzo di Città per ritirare la documentazione, la signora era incredula di fronte ad un diritto che si perfezionava dopo circa dieci anni di attesa”.

Si tratta di storie toccanti tracciate in realtà complesse, motivo in più, secondo il sindaco Marco Alessandrini, per proseguire nell’attività volta al ripristino delle regole. “Gli sgomberi di ieri – ricorda il Primo Cittadino - fanno seguito ad attività in corso da febbraio: in tutto sono 18 le operazioni eseguite con contestuale riassegnazione degli alloggi. Contiamo di andare avanti così”.






Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2016 alle 12:27 sul giornale del 25 giugno 2016 - 617 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, sociale, politica, pescara, povertà, Poveri, case popolari, disagio sociale, Comune di Pescara, vivere pescara, marco alessandrini, articolo, sgomberi, adelchi suplizio, case ater

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ayuK





logoEV