Concorso ASL di Pescara, farsa italiana: tutto cancellato, a ottobre si riparte da zero

1' di lettura 22/06/2016 - In principio erano stati quasi in 700 ad accorrere da tutta Italia per quei posti da infermiere a tempo determinato. Poi, come denunciato dagli stessi candidati, è stato il caos, con un concorso che ha sollevato diverse perplessità per le modalità in cui si è svolto.

Ora, a distanza di oltre due anni, e con la prospettiva di trovarsi davanti ad una marea di ricorsi, la graduatoria risulta a tutti gli effetti ‘sospesa’. Stando a diversi ricorrenti, pronti a dare battaglia per vedere riconosciuti i propri diritti, nella lista degli idonei sarebbero presenti anche i nominativi di persone che non hanno partecipato alle prove. Tutto questo va ad aggiungersi alla sfilza di anomalie riscontrate nel corso della selezione, con quesiti ripetuti due volte e altri intoppi.

Da qui, la decisione di annullare la prova scritta, a causa di errori informatici che ne avrebbero pregiudicato il regolare svolgimento. Il test sarà ripetuto il prossimo ottobre, con buona pace di chi, nel frattempo, ha trovato lavoro da un’altra parte o magari ha deciso di trasferirsi all’estero.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 22-06-2016 alle 11:51 sul giornale del 23 giugno 2016 - 669 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, concorsi, pescara, infermieri, vivere pescara, asl pescara, marco verri, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aypn





logoEV