Parcheggi estivi a 4 euro su Strada Parco e riviera sud, scoppia nuova bufera sul sindaco: ‘E’ il re delle tasse’

2' di lettura 13/06/2016 - Manca solo l’ufficialità, ma ormai la notizia è sulla bocca di tutti: quest’estate parcheggiare sulla Strada Parco e sulla riviera sud costerà la bellezza di 4 euro.

La tariffa, valida per l’intera giornata e a prescindere dal numero di ore di utilizzo del parcheggio, sarà applicata a partire da luglio e fino al termine della stagione. In attesa dell’ok definitivo della Giunta, che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, una nuova bufera si sta abbattendo in queste ore sui vertici dell’Amministrazione comunale pescarese (nella foto, il sindaco Marco Alessandrini).

“Non più di due giorni fa l'assessore Sulpizio diceva che ormai i conti del Comune erano in ordine – tuona Carlo Masci, consigliere comunale di Forza Italia - ma oggi arriva un'altra tassa occulta per i pescaresi e i turisti: 4 euro per parcheggiare quando si va al mare!”

“Alessandrini – prosegue Masci - aggiunge l'ennesimo salasso: quattro euro per 1500 macchine per almeno 40 giorni fanno circa duecentoquarantamila euro, presi dalle tasche di coloro che andranno al mare, per permettere a questa Amministrazione deficitaria di continuare a divertirsi con i soldi dei pescaresi”. “Non bastavano le imposte al massimo, adesso anche la tassa sull'abbronzatura… Questa Giunta - conclude - è ferma su tutto, ma sulle tasse e sugli incarichi non la batte nessuno”.

Sulla stessa linea anche i rappresentanti di Confcommercio, che invocano tariffe meno pesanti anche in considerazione della difficile stagione balneare che si è appena avviata.

“Al sindaco – spiegano i balneatori aderenti – abbiamo chiesto prezzi popolari e alla portata dell’utenza prettamente familiare delle nostre spiagge. Sulla Strada Parco bisogna mantenere la tariffa sempre attuata di 2,50 € per l’intera giornata, con riduzione della stessa a 1,50 € per la sosta di mezza giornata”.

Per quanto riguarda il parcheggio adiacente il Teatro D’Annunzio, gli esercenti chiedono invece la totale gratuità del servizio: “Non capiamo perché applicare una tariffa su un parcheggio da sempre gratuito – conclude la nota -, che andrebbe a penalizzare pesantemente l’utenza delle nostre spiagge anche alla luce di una stagione estiva iniziata con tante problematiche”.






Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2016 alle 13:32 sul giornale del 14 giugno 2016 - 2388 letture

In questo articolo si parla di attualità, tasse, parcheggi, politica, estate, pescara, vivere pescara, strada parco, carlo masci, confcommercio pescara, marco alessandrini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ax40





logoEV
logoEV