Mare inquinato, i cittadini non si fidano di Comune e Arta? Ecco i risultati dei tecnici indipendenti: l’acqua è pulita

2' di lettura 13/06/2016 - La diffusione degli ultimi risultati dei test condotti dall’Arta, che hanno spinto il Comune a rimuovere gran parte dei divieti di balneazione, nei giorni scorsi aveva sollevato dubbi e perplessità tra i cittadini, tanto che in molti – sui social network e non solo – continuano a paventare un’estate ‘senza mare’.

Di fronte a tanta incertezza, sono scesi in campo i tecnici specializzati dell’associazione ‘Nuovo Saline’, che la scorsa settimana hanno effettuato dei test microbiologici sulle acque marine dei tratti costieri interessati (via Muzii, via Galilei e via Balilla).

“La prima tranche di analisi sulle acque di balneazione ha reso dati positivi – spiegano i responsabili dell’associazione -, e noi continueremo ad analizzare ed informare affinché la cittadinanza ed i turisti possano avere un ulteriore riscontro sullo stato ecologico del mare”.

“Limitatamente ai campioni prelevati ed analizzati e all’arco temporale e geografico descritto – si legge sulla pagina Facebook di Nuovo Saline - i valori espressi ed i parametri del DM 30/03/2010 evidenziano che si è al di sotto della soglia critica e che non vi è rischio sanitario, per le tipologie batteriche evidenziate, confermando la balneabilità delle acque oggetto d’indagine”.

I pescaresi possono quindi tirare un sospiro di sollievo? Sembrerebbe proprio di sì: “Lo studio da noi realizzato – conclude la nota -, il campionamento e i referti d'analisi decretano l'assenza di contaminazione microbiologica: quel tratto di mare non evidenzia criticità nei risultati”.

Per spazzare via tutti i dubbi, i tecnici hanno fatto sapere di aver utilizzato fedelmente il protocollo ISPRA, annotando anche i dati meteo marini, ambientali e fisici dell'acqua in modo da avere più parametri d'indagine. In sostanza, di fronte alla gran confusione dei dati circolati nelle ultime settimane e del conseguente allarmismo mediatico, questa ricerca, condotta con criteri strettamente scientifici, potrebbe aver posto l’ultima parola sul reale stato delle acque marine pescaresi.

Tutti pronti – meteo permettendo – al primo tuffo della stagione?






Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2016 alle 12:38 sul giornale del 14 giugno 2016 - 10585 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ambiente, attualità, politica, estate, inquinamento, mare, balneazione, pescara, mare adriatico, Comune di Pescara, vivere pescara, articolo, balneabilità, associazione nuovo saline, nuovo saline

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ax46





logoEV
logoEV