Profughi in hotel sul lungomare, la spunta Sospiri: rescisso contratto con la cooperativa

1' di lettura 09/06/2016 - Alla fine l’ha spuntata Sospiri: dopo una raccolta firme che ha fruttato diverse centinaia di adesioni, il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, accompagnato da altri esponenti della coalizione di centrodestra, ha ottenuto lo stop all’arrivo di 100 profughi in un albergo a due passi dal lungomare.

A rivelarlo è lo stesso consigliere regionale: “Solo le battaglie non combattute sono certamente perse – scrive Lorenzo Sospiri sul suo profilo Facebook - la proprietà dell’Hotel Holiday, che ringrazio, mi ha appena comunicato che ha rescisso, per evidenti ragioni di buonsenso legate ad una localizzazione sbagliata, il contratto con le coop”.

La decisione di trasferire gli immigrati in quella struttura all’apertura della stagione estiva aveva scatenato forti polemiche in città, dando il via ad un acceso confronto tra chi si opponeva strenuamente e chi, al contrario, difendeva la scelta di accogliere i profughi. Alla fine, con la decisione dei proprietari dell’albergo, è arrivata la svolta.

“Buonsenso batte affari – esulta il consigliere – e i presunti profughi non saranno ospitati all’Hotel Holiday. Questa folle localizzazione per 100 presunti profughi è stata sventata, ma noi continuiamo a vigilare per difendere turismo e sicurezza di Pescara. Ringrazio tutti coloro hanno combattuto con me e con noi”.






Questo è un articolo pubblicato il 09-06-2016 alle 09:56 sul giornale del 10 giugno 2016 - 671 letture

In questo articolo si parla di attualità, immigrati, sociale, politica, migranti, immigrazione, pescara, profughi, vivere pescara, lorenzo sospiri, forza italia pescara, articolo, marcello antonelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/axVs