Tra la stazione dei pullman e Corso Vittorio spunta il peggio di Pescara, la denuncia: ‘Immondizia e degrado da quarto mondo’

2' di lettura 06/06/2016 - Pochi passi più in là ci sono gli studenti, i pullman, corso Vittorio Emanuele e perfino il ‘salotto buono’ della città, e nessuno potrebbe immaginare che proprio qui cova il ‘trionfo’ del degrado cittadino.

Siamo nella pinetina che divide corso Vittorio e il Terminal bus, nel cuore di Pescara (foto), e lo spettacolo che si presenta ai passanti è spaventoso: un’enorme discarica a cielo aperto con rifiuti di ogni tipo, immondizia, escrementi abbandonati ovunque, tra le panchine, in mezzo ai cespugli, lungo i sentieri brecciati. E poi ci sono loro, i tanti disperati che hanno scelto proprio questo spazio per accamparsi e trascorrere intere giornate, in condizioni igienico-sanitarie terribili.

A lanciare l’allarme anche in questo caso sono i cittadini, che si ritrovano ad assistere al triste spettacolo mentre attendono il pullman o quando si apprestano ad entrare nel salotto buono della città. La segnalazione è stata raccolta da Armando Foschi, esponente dell’associazione ‘Pescara – Mi piace’.

“L’Amministrazione comunale non può continuare a ignorare questi problemi – tuona Foschi -, e l’area deve essere bonificata immediatamente, ripristinando le opportune condizioni igieniche”.

L'ex assessore, che chiede anche la presenza fissa di un agente della Polizia Municipale per sorvegliare sull’incolumità dei cittadini, lancia quindi veri e propri strali contro il sindaco di Pescara: “Alessandrini ha consentito che quella zona divenisse luogo di degrado di proporzioni spaventose, eppure parliamo non dell’estrema periferia di una grande metropoli, ma di un’area situata nel cuore del centro commerciale della città, tra l’altro di forte transito, vista la presenza della stazione ferroviaria e del terminal dei pullman”.

“Ma la Giunta Alessandrini non vede alcunché – conclude -, e non si è accorta di quel degrado imperante da mesi, sorto sotto i rovi mai tagliati della pinetina. Riteniamo tale situazione vergognosa e chiediamo l’immediata bonifica dell’intera area, anche alla luce della pesante emergenza sociale che c’è in città: nessuno si diverte a dormire sotto un cespuglio, e dopo la pulizia della zona chi versa in queste condizioni deve essere supportato”.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 06-06-2016 alle 11:03 sul giornale del 07 giugno 2016 - 768 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sociale, politica, pescara, povertà, Poveri, degrado, clochard, vivere pescara, marco alessandrini, marco verri, articolo, armando foschi, giunta alessandrini, pescara mi piace

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/axMZ





logoEV
logoEV