Arancia meccanica nell’area di risulta: anziana picchiata e rapinata in pieno giorno

1' di lettura 01/06/2016 - Scene da ‘arancia meccanica’, tra l’altro in pieno giorno, nell’area di risulta, a due passi dalla stazione ferroviaria: nel pomeriggio di ieri (martedì 31 maggio, n.d.r.) una 76enne di nazionalità ungherese è stata aggredita e rapinata da due malviventi.

La vittima, che vive con il marito in una roulotte nell’area di risulta, è stata raggiunta all’interno del mezzo mentre era sola: spaventata dalla presenza degli sconosciuti ha provato a reagire, ma per tutta risposta i due l’hanno colpita con schiaffi e calci, passando quindi al saccheggio del piccolo locale.

Nel giro di pochi minuti gli aggressori sono spariti con un bottino di circa 250 euro, lasciando la donna ferita a terra. Oltre al denaro, dalla roulotte sarebbero stati portati via anche diversi oggetti personali.

Un passante, attirato dalle grida della signora ha immediatamente avvertito la Polfer, giunta sul posto per coordinare i soccorsi ed effettuare i primi rilievi. Medicata in ospedale, la donna fortunatamente ha riportato solo ferite superficiali. Nessuna traccia per ora dei responsabili, datisi alla fuga subito dopo il raid.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 01-06-2016 alle 11:09 sul giornale del 02 giugno 2016 - 543 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pescara, vivere pescara, marco verri, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/axCO





logoEV
logoEV