Auto a spasso sulla Strada Parco: transennato incrocio con via Gioberti. Ma i vigili dove sono?

2' di lettura 08/02/2016 - Le segnalazioni ormai erano all’ordine del giorno, e più volte negli ultimi mesi anche i lettori di Vivere Pescara hanno puntato il dito contro il pericolo a cui sono esposti ciclisti e pedoni in transito sulla Strada Parco per il continuo passaggio di auto e moto.

Oggetto delle segnalazioni in particolare è l’incrocio con via Gioberti, tra l’altro a due passi dall’ingresso della scuola materna ed elementare. Qui, a tutte le ore del giorno, molti cittadini – residenti e non, a partire dai genitori dei piccoli studenti - segnalano il frequentissimo passaggio di auto sul tratto pedonale. Infischiandosene del divieto, gli automobilisti ‘frettolosi’ preferiscono tagliare il percorso per raggiungere la riviera o viale Bovio, finendo in molti casi per spingersi addirittura fino a via Cavour, distante oltre 50 metri.

Un atteggiamento che ovviamente non piace non solo ai residenti, ma anche alle centinaia di pedoni e ciclisti che ogni giorno transitano in zona, trovandosi spesso di fronte ostacoli improvvisi e non preventivati. Questo a maggior ragione quando si tratta di bambini, che amano scorrazzare sotto gli occhi di nonni e genitori che li credono liberi dai pericoli della strada.

Spariti i paletti che segnalavano il divieto, negli ultimi mesi la cattiva abitudine si è fatta sempre più frequente, tanto che non sono rari i casi di risse sfiorate tra passanti e trasgressori.

Ultimo episodio giusto la settimana scorsa, quando un anziano ‘aggirato’ da un motorino ha reagito bruscamente con pesanti insulti rivolti al giovane alla guida, e solo l’intervento di altri passanti ha evitato che si arrivasse alle mani. Ma si tratta di scene tutt’altro che insolite per chi transita in zona, e la situazione pare particolarmente allarmante al mattino, con il passaggio di auto e moto che fanno lo slalom in mezzo ai bimbi diretti a scuola.

Ora però a quanto pare il Comune ha deciso di correre ai ripari, e da qualche giorno finalmente l’ingresso è stato bloccato dalle transenne, rendendo di fatto impossibile l’attraversamento alle auto (foto). Resta però il problema di moto e motorini, che continuano ad avere libero accesso e per cui i cittadini interessati richiedono un maggiore controllo da parte della Polizia Municipale.

“I vigili? – si chiede una anziana residente – Evidentemente sono impegnati in altro. Qui basterebbe sostare una mezzora e le multe fioccherebbero...”






Questo è un articolo pubblicato il 08-02-2016 alle 10:07 sul giornale del 09 febbraio 2016 - 507 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, traffico, pescara, via gioberti, Paolo di Toro Mammarella, Comune di Pescara, strada parco, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/atqf