Il ministro chiama D’Alfonso: ‘Ombrina non si farà mai’. Ambientalisti in festa: ‘Vittoria dopo 8 anni di battaglie’

1' di lettura 31/01/2016 - Una telefonata per confermare l’addio definitivo a Ombrina mare: è arrivata così, in una calda mattina di fine gennaio, la notizia che molti aspettavano da anni.

Erano da poco passate le 11 di sabato 30 gennaio quando Federica Guidi (nella foto), ministro dello Sviluppo Economico, ha chiamato il presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso per annunciargli che il progetto Ombrina ormai è solo un ricordo.

Mentre si attende la comunicazione ufficiale dal dicastero, che dovrebbe arrivare già lunedì, il Governatore esulta e coglie l’occasione per ricordare il suo impegno per giungere a questo risultato. “Poniamo oggi la pietra tombale - ha commentato D’Alfonso - su una vicenda per la quale mi ero battuto in prima persona coinvolgendo il Governo a tutti i livelli. Ombrina di ferro non si farà né ora né mai, e per questo ringrazio Palazzo Chigi che ha mantenuto puntualmente la parola data”.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Coordinamento No-Ombrina, che ha parlato di “straordinaria vittoria del popolo abruzzese dopo 8 anni di lotte”. "Questo atto chiude definitivamente la partita: è una grande emozione parlare di Ombrina declinando finalmente i verbi al passato".

Come si ricorderà, contro questo progetto, che prevedeva la realizzazione di una piattaforma al largo della costa abruzzese, nel 2014 e nel 2015 sono state organizzate una serie di manifestazioni pubbliche a cui hanno preso parte decine di migliaia di cittadini.






Questo è un articolo pubblicato il 31-01-2016 alle 10:07 sul giornale del 01 febbraio 2016 - 1016 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, politica, mare adriatico, petrolio, Abruzzo, regione abruzzo, trivelle, vivere pescara, luciano d'alfonso, articolo, ombrina mare, federica guidi, ministero dello sviluppo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/as8D