Massacro di via Tibullo: particolari agghiaccianti sull’assassino

2' di lettura 26/01/2016 - Emergono particolari agghiaccianti sul terribile fatto di cronaca che domenica scorsa ha sconvolto Pescara: stando ai primi risultati dell’inchiesta, il 26enne Maksym Chernysh (foto) si sarebbe accanito con particolare violenza sulle vittime, il 23enne polacco Arkadiusz Miksza e sua madre Krystyna, uccisi a coltellate e colpi di bastone nella mansardina di via Tibullo.

Stando a quanto emerso dalla prima ricognizione sui corpi di Arkadiusz e Krystyna, il primo sarebbe stato colpito con almeno 20 coltellate, per poi essere finito con una mazza da baseball. Stessa sorte anche per la 52enne, rientrata a casa proprio al culmine della lite tra il figlio e l’omicida.

La donna, che lavorava come badante nel centro cittadino, sarebbe stata aggredita dall’ucraino con diverse coltellate alla gola, e anche in questo caso il colpo letale probabilmente è stato inferto con la mazza da baseball. Compiuta la mattanza, l’assassino si è quindi dato alla fuga, gettando via bastone e coltello e cercando riparo in un palazzo a poche decine di metri dal civico 25 di via Tibullo.

Se confermata dalle perizie del medico legale, questa ricostruzione smonterebbe il tentativo di difesa imbastito dai legali di Maksym, secondo cui all’origine del duplice delitto vi sarebbe la necessità di difendersi da un tentativo di rapina perpetrato dalle vittime.

In attesa di definire più chiaramente la situazione, secondo gli inquirenti è probabile che a far scattare la ferocia del giovane ucraino sia stata una lite nata per motivi di droga. Sia Maksym che Arkadiusz infatti erano noti alle forze dell’ordine in quanto legati al mondo del consumo e dello spaccio di stupefacenti.

L’operazione che ha portato all’arresto del giovane è stata condotta da Polizia e Carabinieri, mentre le indagini successive sono di competenza dell’Arma.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2016 alle 10:44 sul giornale del 27 gennaio 2016 - 544 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, omicidio, pescara, vivere pescara, questura di pescara, polizia di pescara, carabinieri pescara, marco verri, articolo, duplice omicidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/asVj





logoEV
logoEV