Il gelo non ferma gli interinali di Attiva: l’ombra di 60 precari su Palazzo di Città

1' di lettura 17/01/2016 - Nonostante l’arrivo delle fredde giornate invernali, prosegue l’iniziativa di protesta portata avanti dai lavoratori di Attiva, la società controllata dal Comune di Pescara che si occupa di igiene urbana. (foto di Michele Raho)

La storia è ben nota, e vede protagonisti decine di interinali, mortificati da anni di precarietà lavorativa ed economica. Dopo aver prestato servizio per Attiva, gli ex dipendenti si sono visti perfino sorpassati dai vincitori del concorso indetto lo scorso dicembre, sommando al danno una beffa difficile da mandare giù.

Di fronte all'inerzia delle istituzioni, i lavoratori qualche giorno fa hanno piazzato un tendone proprio di fronte a Palazzo di Città (nella foto), e da allora con il supporto dei familiari e di tanti cittadini presidiano 24 ore su 24 il centro nodale del mondo politico pescarese.

E mentre si susseguono quasi ogni giorno gli incontri con le massime autorità locali, i protagonisti di questa brutta storia hanno scoperto la grande solidarietà dei pescaresi. “Grazie a tutti i nostri concittadini che si fermano per esprimere la loro vicinanza – ha dichiarato uno dei portavoce del gruppo -, noi andremo avanti finché non giungeranno risposte concrete da parte delle istituzioni”.






Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2016 alle 11:25 sul giornale del 18 gennaio 2016 - 463 letture

In questo articolo si parla di lavoro, politica, disoccupazione, precariato, precari, Paolo di Toro Mammarella, articolo, attiva spa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/asAp





logoEV