Qualità della vita, Pescara sprofonda all’80esimo posto. Milano straccia Roma, ma la città in cui si vive meglio è...

1' di lettura 21/12/2015 - Anche quest’anno Il Sole 24 Ore ha proposto la classifica sulla qualità della vita che prende in considerazione tutte le province italiane. E mentre le città abruzzesi sprofondano, con Pescara fanalino di coda regionale, la corona della località italiana più vivibile va a Bolzano (nella foto).

Sul podio, probabilmente trascinata dall’effetto Expo, si arrampica anche Milano, seguita a ruota da Trento. Palma nera a Reggio Calabria, che occupa l’ultimissimo piazzamento. Come si diceva, non ne escono affatto bene le province abruzzesi, con Teramo (71esima), Chieti (74) e L’Aquila (77) che precedono il capoluogo adriatico, inchiodato all’80esimo posto.

Anche quest’anno, l’indagine prende in considerazione diverse aree tematiche (tenore di vita, lavoro, servizi, ordine pubblico e tempo libero), fissando complessivamente 36 indicatori. Per quanto riguarda la questione dell’ordine pubblico e della sicurezza, sempre al centro dell’attenzione in questi ultimi mesi, Pescara registra un preoccupante 100esimo posto, lasciandosi alle spalle solo una decina di città tra cui Firenze e Bologna.

Nel confronto tra metropoli, ancora una volta Milano straccia Roma (16esima), grazie ad un elevato tenore di vita, ottimi servizi ed opportunità di svago. Pollice verso per la capitale, dove persistono i problemi legati alla sicurezza e ai servizi.

I risultati completi della ricerca sono disponibili a questo link.






Questo è un articolo pubblicato il 21-12-2015 alle 17:54 sul giornale del 22 dicembre 2015 - 585 letture

In questo articolo si parla di attualità, ordine pubblico, milano, pescara, Abruzzo, bolzano, trento, qualità della vita, vivere pescara, articolo, città italiane

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/arSn





logoEV