Il Comune di Pescara è fuori dalla crisi: arrivano 33 milioni dal Ministero dell’Interno

1' di lettura 16/12/2015 - Una pioggia di milioni in arrivo dalla capitale pone la parola fine alla grave crisi economica dell'amministrazione comunale: a seguito dell'approvazione del piano di riequilibrio da parte della Corte dei Conti avvenuta lo scorso 24 novembre, il Ministero dell’Interno ha erogato la somma di 33.480.299,44 euro a titolo di fondo di rotazione in favore del Comune di Pescara.

Come spiegato dall’assessore alle Finanze Adelchi Sulpizio, tale somma sarà utilizzata innanzitutto per il pagamento dei debiti fuori bilancio pregressi, degli atti di liquidazione sospesi presso l'ufficio di Ragioneria e di tutte le fatture che perverranno al Comune entro il 31 dicembre sia per le spese correnti, sia per quelle in conto capitale, ovvero per i lavori effettuati dalle imprese sempre al 31 dicembre.

“E' certamente una bella notizia per la città di Pescara – commenta Sulpizio – nonché per le tante imprese che aspettano da anni di essere retribuite per i lavori svolti a favore dell'Ente: nelle prossime settimane tutti i richiedenti vedranno onorati i propri crediti. Con l’erogazione di tali risorse – prosegue l’assessore - il Comune di Pescara esce dalla grave crisi finanziaria, motivo principale per cui si è fatto ricorso al predissesto. Si tratta di una importante iniezione di liquidità a favore del tessuto socio economico cittadino e non solo”.

“Per questa amministrazione – conclude - è una vittoria che legittima la bontà di 18 mesi di lavoro e del piano predisposto per rimettere in sesto i conti del Comune”.


di Marco Verri
redazione@viverepescara.it





Questo è un articolo pubblicato il 16-12-2015 alle 20:16 sul giornale del 17 dicembre 2015 - 511 letture

In questo articolo si parla di economia, politica, pescara, crisi, Comune di Pescara, vivere pescara, marco verri, articolo, adelchi sulpizio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/arHY





logoEV