SEI IN > VIVERE PESCARA > ATTUALITA'
articolo

1.500 euro per i cittadini in difficoltà con l’affitto: ecco come ottenere il contributo

2' di lettura
657

A seguito dell’approvazione del decreto relativo ai fondi destinati ad inquilini morosi incolpevoli, facendo seguito al successivo riparto delle somme stanziate tra i Comuni beneficiari, l’amministrazione pescarese ha lanciato il bando per la richiesta di contributi.

Sulla base di un importo complessivo pari a 35.617,91 euro, il 28 luglio l’Assessorato alle Politiche Sociali ha provveduto alla pubblicazione dell’avviso avente ad oggetto l’erogazione di contributi a sostegno di cittadini morosi incolpevoli.

L’importo stanziato, che non può superare le 1.500 euro, mira a sostenere tutti coloro che, per sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone di affitto, si sono ritrovati in un contesto di ‘morosità incolpevole’.

I richiedenti dovranno dimostrare di rientrare in almeno una delle seguenti casistiche:

- Perdita del lavoro per licenziamento;
- Accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro;
- Cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;
- Mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;
- Cessazione di attività libero-professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore;
- Malattia grave, infortunio di un componente del nucleo familiare che abbia comportato una consistente riduzione del reddito complessivo oppure necessità dell’impiego di una parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.

I destinatari del contributo dovranno inoltre presentare le seguenti condizioni:

a) inquilini nei cui confronti sia stato emesso un provvedimento di rilascio per morosità incolpevole, che sottoscrivano con il proprietario dell’alloggio un nuovo contratto di locazione a canone concordato;
b) inquilini la cui ridotta capacità economica non consenta il versamento di un deposito cauzionale per stipulare un nuovo contratto di locazione. In tal caso il Comune prevede le modalità per assicurare che il contributo sia versato contestualmente alla consegna dell’immobile;
c) al fine del ristoro parziale del proprietario dell’alloggio, inquilini che dimostrino la disponibilità di quest’ultimo a consentire il differimento dell’esecuzione del provvedimento di rilascio dell’immobile.

Per gli aventi diritto è possibile presentare istanza di accesso al contributo entro 20 giorni dalla data di pubblicazione del bando (28.07.2015), adottando l’apposita modulistica presente sul sito web del Comune di Pescara nella sezione ‘Concorsi Avvisi e Bandi’ (link).




Questo è un articolo pubblicato il 28-07-2015 alle 16:10 sul giornale del 29 luglio 2015 - 657 letture