SEI IN > VIVERE PESCARA > CRONACA
articolo

Rapper 19enne si schianta contro un albero e muore: il toccante ricordo degli amici a S.Andrea

2' di lettura
1276

Il 22 luglio, tre giorni prima del tragico incidente stradale in cui avrebbe perso la vita, il 19enne Alessandro Luciani (foto) scriveva così sul suo profilo Facebook: ‘Sabato prossimo avremo l’onore di aprire il live dei Colle Der Fomento insieme a moltissimi altri ragazzi...’ Un messaggio che trasudava emozione, gioia e voglia di vivere.

Proprio sabato mattina, però, a poche ore da quel concerto, il destino aveva in serbo qualcosa di molto diverso per lui: mentre si recava a lavoro presso la ditta di carni dello zio, l’auto del giovane di Nocciano è uscita fuori strada, schiantandosi contro un albero nei pressi della contrada Fonteschiavo, in direzione Catignano, sulla strada provinciale 602.

Soccorso dopo pochi minuti dai sanitari del 118, Alessandro non è riuscito a sopravvivere ai terribili traumi causati dall’impatto, spirando durante il trasporto in ospedale. Difficile comprendere le ragioni di questa tragedia, visto che l’auto viaggiava a velocità moderata lungo un rettilineo. Come accertato dai Carabinieri inoltre l’incidente non ha nulla a che vedere con le casistiche che spesso riguardano i giovani al volante nei weekend: la vittima infatti era uscita di casa all’alba per recarsi a lavoro, percorrendo una strada che conosceva benissimo e che a quell’ora era totalmente libera.

In attesa di chiarire le cause dell’incidente, sul profilo Facebook di Alessandro Luciani sono decine i commenti e i saluti inseriti da quanti lo conoscevano e gli volevano bene. Oltre alla comunità noccianese, il giovane aveva molti amici anche a Pescara, dove qualche mese fa aveva conseguito il diploma presso l’Istituto d’Arte Bellisario.

A renderlo particolarmente amato e popolare tra coetanei e non solo era la sua grande passione per la musica rap: terminati gli studi, nonostante il lavoro presso l’azienda dello zio a Villa Badessa Alessandro aveva continuato ad esibirsi con il suo gruppo, e proprio sabato sera era atteso sul palco di Villa Ada di Ortona (CH) per aprire il concerto dei Colle Der Fomento.

Noto come Anubi, in molti apprezzavano la sua abilità tecnica nel freestyle, che insieme alla spontaneità dei pezzi lo rendeva uno dei rapper più promettenti dell’ultima generazione in Abruzzo. Dopo il tributo degli artisti che si sono esibiti sabato a Villa Ada, Luciani è stato omaggiato anche da un gruppo di amici nel corso della festa di Sant’Andrea. Radunate presso la Madonnina, nel cuore pulsante della festa, decine di persone hanno reso onore al compagno scomparso proprio in uno dei posti che amava di più, sulle note della sua musica rap.

“Non meritavi questa fine – racconta una ragazza presente al raduno -, c’erano tante persone che ti amavano e avevi un futuro luminoso davanti: non ho parole, è una tragedia terribile”.



Questo è un articolo pubblicato il 27-07-2015 alle 12:06 sul giornale del 28 luglio 2015 - 1276 letture